Albert Wolff (scultore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ritratto di Wolff del 1886

Carl Conrad Albert Wolff (Neustrelitz, 14 novembre 1814Berlino, 20 giugno 1892) è stato uno scultore tedesco, della scuola di scultura di Berlino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Statua di san Marco a Neustrelitz

Figlio dello scultore ed architetto Christian Philipp Wolff (1772-1820) si trasferì a Berlino nel 1831 dove già viveva suo fratello. Studiò con un vecchio amico di suo padre, il celebre scultore Christian Daniel Rauch. Questi, nel 1844, lo inviò a Carrara allo scopo di scegliere i marmi migliori per la realizzazione delle statue della terrazza superiore del castello di Sans-Souci. Wollf rimase due anni in Italia e, tornato a Berlino, assistette Rauch nella creazione del suo monumento a Federico il Grande. Ricevette delle commesse, come quella della contessa Raczynska che si fece rappresentare nelle vesti di Igea per una fontana a Poznań, e come una Crocifissione in marmo con la Vergine Maria e Giovanni, per la chiesa di Kamenz.

Successivamente, creò dei bassorilievi per il memoriale dell'Invalidenpark di Berlino, Diomede e Pallade Atena (1853) a Berlino e le statue monumentali dei quattro evangelisti per la nuova cappella del castello di Neustrelitz. Egli fu anche l'autore di una serie di statue allegoriche (per l'Università di Königsberg), per il pulpito della chiesa di San Luca a Berlino, della statua di Galileo presso l'Università di Pest e di quella colossale, di Federico Guglielmo IV posta davanti alla Konigtor (Torre Reale) di Königsberg.

Bassorilievo della colonna della Vittoria di Berlino
Bassorilievo della colonna della Vittoria, Berlino

Albert Wolff realizzò anche la statua equestre di re Ernest-Auguste, nel 1861 ad Hannover, e le figure del basamento della statua equestre di Federico Guglielmo III, che rimase visibile al Lustgarten di Berlino fino al 1944.

Tra gli altri capolavori dello scultore si possono citare i gruppi che combattono il leone dell'Altes Museum di Berlino, la statua di Federico Francesco I di Meclemburgo-Schwerin a Ludwigslust, i bassorilievi in bronzo sulla base della Colonna della Vittoria che rappresentano il corteo delle truppe vittoriose nel 1871, o un Bacco e la pantera in marmo che si può ammirare nell'Alte Nationalgalerie di Berlino.

Nel 1886, Wolff divenne professore all'Accademia delle arti di Prussia avendo come allievi Ludwig Cauer e Wilhelm Wandschneider.

Suo figlio Martin Wolff divenne uno scultore abbastanza noto.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10639192 · ISNI (EN0000 0000 6674 9998 · LCCN (ENn82110756 · GND (DE118634755 · ULAN (EN500098696 · CERL cnp00573162 · WorldCat Identities (ENlccn-n82110756