Alan Moulder

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

Alan Moulder (Boston, 11 giugno 1959) è un produttore discografico britannico.[1] Ha lavorato con diversi artisti e gruppi musicali tra cui My Bloody Valentine, The Jesus and Mary Chain, Nine Inch Nails[2], Arctic Monkeys, U2, Depeche Mode[1], The Smashing Pumpkins, Placebo, Killers, Interpol, Foo Fighters e Gianna Nannini.

È sposato con la cantante dei Curve Toni Halliday[1].

Il suo riarrangiamento del brano Everything Counts dei Depeche Mode, pubblicato per la prima volta nel 1989 con l'etichetta Absolut Mix[3], è stato incluso nel secondo disco della raccolta Remixes 81-04[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN399149294366280522062 · ISNI (EN0000 0001 3107 8431 · Europeana agent/base/77908 · LCCN (ENn2005077528 · WorldCat Identities (ENlccn-n2005077528