Alain Parguez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alain Parguez (21 ottobre 1940) è un economista francese, teorico del Circuito Monetario. È professore emerito di economia presso l'Università di Franche-Comté di Besançon e associato presso l'Università di Ottawa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Autore di centinaia di articoli e decine di saggi sulla politica monetaria, sulla politica economica e sulla genesi della crisi, e di decine di libri di teoria economica, di storia e di filosofia, è stato consigliere economico del Presidente François Mitterrand ed è considerato uno dei massimi insider dissidenti del processo di creazione dell'eurozona. Dal 1984 al 1996 è stato direttore del periodico “Monnaie et Production” e nel 2012 ha partecipato ai primi summit italiani sulla Teoria della Moneta Moderna.[1][2] È fra gli ideatori e tra i massimi sviluppatori della Teoria del Circuito Monetario, di ispirazione post-Keynesiana, a cui ha dedicato buona parte della propria carriera. Attualmente sta scrivendo un libro sulla Teoria generale del circuito monetario e le sue implicazioni di politica economica.[3]

Profilo accademico[modifica | modifica wikitesto]

Alain Parguez ha conseguito il dottorato (Ph.D.) in Scienze Economiche presso l'Università Paris 1 Panthéon-Sorbonne nel 1973 ed è membro della “Eastern Economic Association” (USA). Le sue principali materie d'insegnamento sono: Principi di Macroeconomia; Teoria della Politica Economica Economia Finanziaria; Relazioni economiche internazionali; Teoria della Distribuzione.[4][5]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Dallo stato sociale allo stato predatore. La storia nascosta dell'eurozona... e come sfuggire alla corsa nel precipizio, 2013, ISBN 978-88-95577-93-7.
  • L'Unione monetaria europea. Storia segreta di una tragedia, Edizioni Andromeda, 2013, ISBN 978-88-6832-010-2.
  • La Teoria generale della moneta, dello Stato, del benessere: sulla via verso la libertà!, 2014 (su ReteMMT-Issuu.com)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE170313441