Aeroporto di Huambo-Albano Machado

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Huambo-Albano Machado
Codice IATA NOV
Codice ICAO FNHU
Nome commerciale Aeroporto de Albano Machado
Descrizione
Tipo civile
Proprietario Governo angolano
Stato Angola Angola
Regione Provincia di Huambo
Città Huambo
Altitudine AMSL 1 355 m
Coordinate 12°48′00″S 15°45′00″E / 12.8°S 15.75°E-12.8; 15.75Coordinate: 12°48′00″S 15°45′00″E / 12.8°S 15.75°E-12.8; 15.75
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Angola
FNHU
FNHU
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
11/29 2 660 x 45 m asfalto

i dati sono estratti da AIP Angola[1]

L'Aeroporto di Albano Machado, indicato anche come Aeroporto di Huambo, (IATA: NOVICAO: FNHU) è un aeroporto angolano posizionato alla periferia sud est di Huambo, capoluogo dell'omonima provincia.

La struttura, già indicata come Aeroporto di Nova Lisboa (Nuova Lisbona) fino all'indipendenza dell'Angola, è posta all'altitudine di 1 355 m s.l.m. (5 446 ft), costituita da un terminal, un edificio di servizio che integra la torre di controllo e da una pista con superficie in asfalto, lunga 2 660 m e larga 45 m (8 727 x 148 ft) e orientamento 11/29, equipaggiata con dispositivi di illuminazione di assistenza all'atterraggio.[2]

L'aeroporto, riaperto nell'agosto 2011 dopo una serie di lavori di ammodernamento,[3] è di proprietà del governo angolano, effettua servizio esclusivamente diurno ed è aperto al traffico commerciale.

Compagnie aeree e destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Compagnia aerea Destinazioni
Diexim Expresso Luanda
TAAG Angola Airlines Catumbela, Luanda, Lubango, Menongue, Ondjiva[4]

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AIP Angola, p. 269.
  2. ^ (EN) World Aero Data: Huambo Runway 11/29, su World Aeronautical Database, http://worldaerodata.com/. URL consultato il 12 agosto 2015.
  3. ^ a b (EN) Angola: Huambo air force plane crash kills generals, su BBC News, http://www.bbc.com/news, 15 settembre 2011. URL consultato il 12 agosto 2015.
  4. ^ TAAG Angola Airlines: Destinations Schedule.
  5. ^ (EN) G-AVPW Criminal Occurrence description, Aviation Safety Network. URL consultato il 12 agosto 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]