Aero Spacelines Pregnant Guppy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pregnant Guppy
Pregnant Guppy NASA.jpg
Un Pregnant Guppy utilizzato dalla NASA
Descrizione
Tipoaereo da trasporto
Equipaggio3
CostruttoreStati Uniti Aero Spacelines
Data primo volo19 settembre 1962
Utilizzatore principaleStati Uniti Aero Spacelines
Altri utilizzatoriStati Uniti NASA
Esemplari1
Sviluppato dalBoeing 377 Stratocruiser
Dimensioni e pesi
Lunghezza38,71 m (127 ft 0 in)
Apertura alare43,05 m (141 ft 3 in)
Altezza11,66 m (38 ft 3 in)
Superficie alare164,35 (1 769 ft²)
Peso a vuoto41 275 kg (91 000 lb)
Peso carico24 500 kg
Peso max al decollo63 945 kg (141 000 lb)
Propulsione
Motore4 radiali Pratt & Whitney R-4360-59 "Wasp Major"
Potenza3 500 hp (2 611 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max515 km/h (320 mph)
Autonomia815 km

i dati sono estratti da Jane's Encyclopedia of Aviation (1965)[1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

L'Aero Spacelines Pregnant Guppy era un quadrimotore da trasporto a fusoliera allargata sviluppato dall'azienda statunitense Aero Spacelines nei primi anni sessanta.

Ricavato sulla base del precedente Boeing 377 Stratocruiser, modificato per trasportare carichi eccezionali, il Pregnant Guppy è stato il primo aereo prodotto dall'azienda statunitense e venne utilizzato principalmente dalla NASA, l'ente spaziale statunitense, per il trasporto dei singoli componenti utilizzati nel programma Apollo.[1]

L'impostazione del modello venne successivamente ripresa per velivoli destinati a simili impieghi operativi, come l'Airbus A300-600ST Beluga e il Boeing 747 LCF destinato al trasporto dei componenti del Boeing 787.

Velivoli comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Michael Taylor, Jane's Encyclopedia of Aviation, London, Studio Editions, 1989, ISBN 0-517-69186-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]