Accademia Filarmonica di Verona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Accademia Filarmonica di Verona
Francesco Galli Bibiena - Theatro Filarmonico of the Accademia Filarmonica of Verona, Italy, Auditorium and Main Entrance Elev... - Google Art Project.jpg
Tipo accademia
Fondazione 1543
Scopo promozione della cultura musicale
Sede centrale Italia Verona
Presidente Dott. Luigi Tuppini
Motto Coelorum imitatur concentum
Sito web 

L'Accademia Filarmonica di Verona, la più antica accademia musicale in Europa, fu fondata nel maggio 1543, in seguito alla fusione di due accademie preesistenti, l'Accademia degli Incatenati e l'Accademia Filarmonica. Nel 1564 un'altra Accademia, detta “alla Vittoria” si unì a quella filarmonica, che ben presto divenne un centro focale della vita culturale veronese e non solo, fu ospite per un periodo in Palazzo e giardino Giusti dove risiedevano i Conti Giusti.[1]

L'Accademia coltivava (e coltiva tuttora) la musica e il canto, e fin dalle origini ebbe una biblioteca e una raccolta di strumenti musicali. Fra i primi compositori stipendiati dall'Accademia, si ricordino Giovanni Nasco e Vincenzo Ruffo.

L'Accademia non aveva in origine una propria sede, solo nel Seicento ottenne dalla città un terreno a fianco dei Portoni della Bra dove fu costruita la sede definitiva. Grazie alla spinta di Scipione Maffei si decise la costruzione del teatro Filarmonico, inaugurato il 6 gennaio 1732, distrutto da un incendio nel 1749 e quindi ricostruito simile all'originale.

Il teatro venne bombardato dagli alleati il 23 febbraio 1945 e venne quindi ricostruito, grazie al progetto dell'architetto Vittorio Filippini.

Dal 1981 l'Accademia organizza il "Settembre dell'Accademia": una rassegna musicale, tenuta annualmente nel mese di Settembre, dopo la conclusione del Festival lirico areniano. La manifestazione propone concerti ed eventi musicali, tenuti o nella sala del Teatro Filarmonico o in Sala Maffeiana, con particolare riguardo verso la ricerca e la conservazione della tradizione vista nella luce delle interpretazioni più rilevanti del mondo d'oggi. Per questo vengono invitati a tenere concerti, per lo più di carattere sinfonico, fra le più prestigiose orchestre di tutto il mondo ed interpreti solisti di primo piano del panorama internazionale, nonché italiano. Nel 2013 la rassegna è giunta alla XXII edizione.

Fra gli accademici si contano celebri personaggi della cultura veronese, come lo speziale e poligrafo Francesco Pona, ed artisti (Domenico e Felice Brusasorci ed Alessandro Turchi).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ * Francesco Pona Sileno overo Delle Bellezze del Luogo dell'Ill.mo Sig. Co. Gio. Giacomo Giusti 1620, Angelo Tamo, Verona. Paolo Villa, Giardino Giusti (Verona), Accademia delle Belle Arti Bologna A.A. 1993/1994, pdf con immagini Verona 2013

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Pona Sileno overo Delle Bellezze del Luogo dell'Ill.mo Sig. Co. Gio. Giacomo Giusti 1620, Angelo Tamo, Verona. [edizione anastatica con note di Sergio Marinelli e Ennio Sandal, Verona, Cierre Edizioni, 1999].
  • Giulio Cesare Becelli, De aedibus Academiae Philarmonicae Veronensis ejusque Musaeo dialogus, Verona, Giacomo Vallarsi, 1745.
  • Giuseppe Biadego, Accademie veronesi, estr. da «Atti e Memorie della Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona», Indici dei voll. I–LXXV, Verona, 1903.
  • Vittorio Cavazzocca Mazzanti, Contributo alla storia dell'Accademia Filarmonica veronese (1543–1553), «Atti e Memorie della Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona», serie V, vol. III, anno 1926, pp. 1–49.
  • Giuseppe Turrini, L'Accademia Filarmonica di Verona dalla fondazione (maggio 1543) al 1600 e il suo patrimonio musicale antico, La tipografica Veronese, 1941 (estr. da «Atti dell'Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere di Verona», serie V, vol. XVIII, anno 1940).
  • Giuseppe Turrini, Catalogo delle opere musicali teoriche e pratiche di autori vissuti sino ai primi decenni del secolo XIX, esistenti nelle biblioteche e negli archivi pubblici e privati d'Italia. Citta di Verona: Biblioteca della Soc. Accademia Filarmonica di Verona, Fondo Musicale Antico, Parma, Officina Grafica Fresching, 1935–36.
  • La musica a Verona, presentazione di Giovanni Battista Pighi, ricerca iconografica e coordinamento di Pierpaolo Brugnoli, Verona, Banca Mutua Popolare di Verona, 1976.
  • Paolo Villa, Giardino Giusti (Verona), Accademia delle Belle Arti Bologna A.A. 1993/1994, pdf con capitoli sull'Accademia Filarmonica alle origini.
  • Paolo Rigoli, Scritti sull'Accademia Filarmonica e il suo Teatro, a cura di Michele Magnabosco e Laura Och, Verona, Accademia Filarmonica di Verona, 2013.
  • L'Accademia Filarmonica di Verona dalla fondazione al Teatro. Tre saggi a cura di Michele Magnabosco [saggi di Marco Materassi, Michele Magnabosco e Laura Och], Verona, Accademia Filarmonica di Verona, 2015: http://www.accademiafilarmonica.org/download/Volume_Estratto_Atti_4.pdf
  • L'Accademia Filarmonica di Verona per il bicentenario mozartiano (1791-1991), saggi di Carlo Bologna, Gian Paolo Marchi, Enrico Paganuzzi , Verona, Accademia Filarmonica di Verona, 1991.
  • L'Accademia Filarmonica di Verona e il suo Teatro. Nel 250mo anniversario dell'inaugurazione del Teatro Filarmonico (1732-1982). Saggi di E. Paganuzzi, N. Zanolli Gemi, L. Franzoni, G. P. Marchi, P. Rigoli, C. Bologna, Verona, Accademia Filarmonica di Verona, 1982 [Nuova edizione a cura di Michele Magnabosco e Marco Materassi, 2010].
  • Marco Materassi, Origine et progressi dell'Accademia Filarmonica (Verona, 1543–1553): una rilettura, «Rassegna Veneta di Studi Musicali», IV (1988) pp. 51–91.
  • Lucinda Spera, Un manoscritto veronese del Seicento: Origini e progressi dell'Accademia Filarmonica, «Studi Seicenteschi», 2004/XLV, pp. 256–324.
  • Fischer Klauss, Die Accademia Filarmonica in Verona im ersten Drittel des 17. Jahrhunderts, in 300 years Academia Philharmonicorum Labacensium 1701–2001. Proceedings of the international symposium held in Ljubljana on october 25th and 26th 2001, edited by Ivan Klemenčič, Ljubljana, ZRC SAZU Muzikološki inštitut, 2004, pp. 145–154.
  • Inga Mai Groote, Zum Musikleben der Accademia Filarmonica in Verona 1600–1634, «Analecta Musicologica», 37/2005, pp. 57–83.
  • Nicolas, Hémard, Il conte Agostino Giusti e l'Accademia Filarmonica tra ‘500 e ‘600: vita di un mecenate veronese, testi di laurea, Université Jean Moulin – Lyon 3, mai 2011.
  • Laura Och, L'Accademia Filarmonica di Verona nel Settecento: aspetti di vita sociale, culturale e musicale, Vertemus, terza serie di studi musicali e teatrali veronesi (2005), Studi in ricordo di Paolo Rigoli, a cura di Michele Magnabosco, Verona, Conservatorio Statale di Musica “E. F. Dall'Abaco”, 2005, pp. 59–86.
  • Laura Och, L'Accademia Filarmonica di Verona al tempo di Scipione Maffei, in Il letterato e la città. Cultura e istituzioni nell'esperienza di Scipione Maffei, atti del convegno (Verona, 21–22 novembre 2005), a cura di Gian Paolo Marchi e Corrado Viola, Verona, Cierre – Accademia Filarmonica di Verona, 2009, pp. 233–262.
  • Marco Materassi, Lo spirito filarmonico nella Repubblica delle Lettere. Appunti sull'Accademia Filarmonica tra Seicento e Settecento, in Sig.r Amadeo Wolfango Mozarte. Da Verona con Mozart: personaggi, luoghi, accadimenti, a cura di Giuseppe Ferrari e Mario Ruffini, Venezia, Marsilio, 2007, pp. 307–349.
  • Giulia Canal, L'Accademia Filarmonica di Verona. Profilo storico–giuridico, Verona, Accademia Filarmonica di Verona, 2008.
  • John Henry van der Meer - Rainer Weber, Catalogo degli strumenti musicali dell'Accademia Filarmonica di Verona, Verona, Accademia Filarmonica di Verona, 1982.
  • Marco Di Pasquale, Gli strumenti musicali dell'Accademia Filarmonica di Verona: un approccio documentario, «Il flauto dolce», n. 17–18 (ottobre 1987–aprile 1988), pp. 3–17.
  • Michele Magnabosco, La collezione, ovvero la dotazione di strumenti musicali dell'Accademia Filarmonica di Verona, «Liuteria Musica e Cultura», 2/2008, pp. 29–37.
  • Michele Magnabosco, L'Accademia Filarmonica di Verona. Prospettive di tutela e scheda SM, in Philomusica on-line (Vol. 8, n° 3 - 2009): http://riviste.paviauniversitypress.it/index.php/phi/article/view/08-03-SMO-0406/0
  • Marco Di Pasquale, Intorno al patronato della musica della Accademia Filarmonica di Verona nel: riflessioni e congetture, «Ricercare», vol. XIII, n. 1–2 (2011), pp. 35–63.
  • Atti dell'Accademia Filarmonica di Verona. Volume I (1543-1604), a cura di Marco Materassi, Verona, Accademia Filarmonica di Verona, 2015: http://www.accademiafilarmonica.org/download/ATTI_ACCADEMIA_VOL_1.pdf
  • Atti dell'Accademia Filarmonica di Verona. Volume II (1605-1634), a cura di Michele Magnabosco e Laura Och, Verona, Accademia Filarmonica di Verona, 2015: http://www.accademiafilarmonica.org/download/ATTI_ACCADEMIA_VOL_2.pdf
  • Atti dell'Accademia Filarmonica di Verona. Volume III (1637-1733), a cura di Michele Magnabosco e Laura Och, Verona, Accademia Filarmonica di Verona, 2015: http://www.accademiafilarmonica.org/download/ATTI_ACCADEMIA_VOL_3.pdf

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Verona Portale Verona: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Verona