A che punto è la notte (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A che punto è la notte
AutoreFruttero & Lucentini
1ª ed. originale1979
GenereRomanzo
Sottogeneregiallo
Lingua originale italiano
ProtagonistiCommissario Santamaria
Altri personaggiMaresciallo Genovese (venditore di matite), Prof. Monguzzi, Sig.ra Guidi, Don Alfonso Pezza, Priotti, Pietro e Paolo Bortolon, Prof.ssa Caldani, Commissario De Palma, Ing. Vicini, Thea Guidi, Dott. Musumanno, Graziano Scalisi, Luigina Pietrobono, il Grande Boss.

A che punto è la notte è un romanzo giallo di Fruttero & Lucentini del 1979. Nel 1994 ne è stata tratta un'omonima miniserie televisiva Rai, diretta da Nanni Loy e interpretata da Marcello Mastroianni.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Santa Liberata a Torino è illuminata unicamente da candele ed in una notte distorta e duratura si muovono i suoi abitanti: il parroco Don Alfonso Pezza, l'Ingegnere della FIAT Vicini, la signorina Caldani professoressa d'inglese, il sagrestano Priotti con i due fratelli Bortolon. In un freddo venerdì di febbraio con la chiesa gremita, il Pezza è ucciso da una bomba nel momento finale della sua predica ed il caso, su cui è chiamato ad indagare il commissario Santamaria, si rivela ben presto incredibilmente complesso. Don Pezza è un uomo equivoco, attento ai deboli ed emarginati della società ma al contempo ideatore di una fumosa e traballante dottrina che si ispira all'eresia gnostica. "A che punto è la notte", si chiederà spesso Santamaria disorientato dal moltiplicarsi di tracce, interpretazioni e delitti. Ma come in ogni classico del genere la semplificazione arriverà solo nell'ultimo (e teatrale) capitolo dove si sveleranno i dettagli del criminoso patto d'affare tra il sacerdote ed insospettabili funzionari della più celebre industria torinese.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]