.O.rang

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
.O.rang
Paese d'origineRegno Unito Regno Unito
GenerePost-rock
Periodo di attività musicale1994 – 2001
Album pubblicati3 (1 EP)
Studio3 (1 EP)

Gli .O.rang sono stati un gruppo musicale britannico di genere Post rock, formato dagli ex-componenti del gruppo Talk Talk, Lee Harris e Paul Webb, nel 1994. All'attivo due album ed un EP, oltre ad un album rimasto incompiuto, Loudhailer No.19. Il nome del gruppo deriva dal malese "orang", che significa "uomo", ma anche scimmie, come evidenziato dal nome del ben noto orangutan. Il nome del gruppo ha subito modifiche nel corso della sua storia: è scritto Orang sul primo album, Herd Of Instinct, poi .O.rang sul secondo, Fields And Waves.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

  • Herd of Instinct (1994)
  • Fields and Waves (1996)

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • Spoor (1994)

Nascita del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Con il completamento dell'album Spirit of Eden, in 1988, una nuova pagina si rivolge ai Talk Talk, contro i desideri attuali "della EMI che hanno visto questo gruppo come commerciale. La direzione presa da Mark Hollis, cantante del gruppo è anche meno commerciale, e la presenza di un bassista attaccato al gruppo non sembra più una necessità. Così in quel momento che Paul Webb separa dal gruppo per cercare di formare un nuovo gruppo, più vicino ai suoi gusti musicali, poi si interessò a più world music. Nel 1991, dopo l'uscita di un album finale, Laughing Stock, Mark Hollis proclama lo scioglimento del suo gruppo: Lee Harris, il batterista, poi si riunì al suo amico Paul Webb con il quale, prima di entrare nei Talk Talk, ha suonato in un gruppo di reggae.

Si può ricordare a questo proposito un'affermazione nel 1994:

«Eravamo in una band reggae quando eravamo più giovani... I risultati di Talk Talk erano sempre molto occidentalizzati, e abbiamo ascoltato musica da altri tipi di culture.»

Gli album Spirit of Eden e Laughing Stock sono tra i fondatori del post-rock, i cui principi sembrano aver influenzato i due uomini. Inoltre, anni al fianco di Mark Hollis hanno svolto un ruolo nel loro desiderio di produrre musica sperimentale, ambizioni intellettuali e artistiche. Finora, solo Paul Webb aveva composto una canzone unica per Talk Talk, Another Word nell'album The Party's Over (1982), che è rimasta relativamente oscura. Se all'inizio del 1990, Paul Webb e Lee Harris hanno presentato le loro canzoni, ma anche perché The Colour of Spring (1986) parteciparono molti musicisti di qualità durante le sessioni di registrazione dell'ultimo album dei Talk Talk: Phill Brown (produttore ammirato da Mark Hollis), Graham Sutton (che ha già fondato i Bark Psychosis che collaborano con Lee Harris, e sarà poi un gruppo di drum and bass, e di Boymerang), e soprattutto una giovane cantante di talento che Paul Webb dà una possibilità, Beth Gibbons, futura cantante del famoso gruppo di trip hop, Portishead. Tutti questi artisti, come la maggior parte dei musicisti dei Talk Talk partecipano al primo album. Il gruppo poi si trasferisce nel suo studio chiamato The Slug (Slug), dipinto in colori vivaci, con disegni influenzati dall'arte mesoamericana. Infine, hanno iniziato a registrare il loro primo album.

Herd Of Instinct[modifica | modifica wikitesto]

Prendendo metodi avviati da Mark Hollis e Tim Friese-Greene nella registrazione di Spirit of Eden e Laughing Stock, i quasi venti musicisti sono invitati ad improvvisare insieme: "È stato registrato prima che fosse scritto" ha detto su questo disco Paul Webb. Il suono di questo album, però, è molto diverso da quella più civilizzato dei Talk Talk. Qui, le influenze sono come si dice a volte, "etniche". I musicisti sembrano essere particolarmente affascinati dalla musica dei Caraibi e dell'Africa sub-sahariana (percussioni in Nahoojek ~ fogou) e la messa in scena di riti voodoo. C'è un aspetto abbastanza drammatico di tutto questo, pensiamo subito alle ultime scene del film Apocalypse Now di Francis Ford Coppola. Questo album, come i musicisti si erano attesi, è stato un fallimento commerciale, ma era in forte contrasto ben accolto dalla critica britannica.

Track list Herd Of Instinct

  • Orang
  • Little Brother
  • Mind on Pleasure
  • All Change
  • Anaon, the Oasis
  • Loaded Values
  • Nahoojek~Fogou

Composizioni inedite sono state proposte nell'EP Spoor poco dopo l'uscita di Herd Of Instinct. Il primo titolo è solo una versione breve di Nahoojek ~ fogou (titolo per cui un video musicale è stato fatto), mentre il terzo può essere considerato come una sorta di trailer album.

Track list Spoor EP

  • N'Hoojek
  • Charabanc D.I.P.
  • An Ocean Ahead
  • Core

Fields And Waves[modifica | modifica wikitesto]

Due anni dopo, nel 1996, appare Fields And Waves. Come i cambiamenti che avevano avuto luogo tra Spirit of Eden e Laughing Stock per i Talk Talk, il secondo album è stato registrato con un maggiore controllo. È anche notevole che su disco appare che Paul Webb e Lee Harris hanno co-scritto tutto il disco 1, tranne Moider (questo è un doppio vinile, ma un solo CD), mentre Lee Harris era l'unico responsabile per il secondo disco, ad eccezione di Moratorium (che suggerisce che Paul Webb si sia disinteressato al progetto; dal sito web del gruppo, O.corner, sembra che negli ultimi anni il gruppo sia stato focalizzato unicamente su Lee Harris). La musica del gruppo stava cambiando profondamente rispetto all'album precedente. L'aspetto teatrale di Herd Of Instinct è al secondo posto, i guadagni di musica in profondità, la spiritualità o la meditazione. Suoni dipendenti differiscono anche se la natura esotica della musica della band rimane, i suoni elettronici fanno la loro comparsa in entrambi i ritmi delle melodie. Questi suoni sembrano simili a quella di campioni in musica elettronica, ma con la differenza che questi suoni non sono estratti da bande attuali, ma prodotti direttamente dal gruppo. Questo era già stato avviato in Herd Of Instinct, ma è soprattutto durante questo secondo album che questa tecnica viene utilizzata maggiormente. Il disco è chiaramente diviso in due parti distinte: la prima è, dopo tutto, composto da titoli "elettronici- post-rock "alla ricerca di efficienza (Jalap, P.53, Seizure), il secondo è molto più sperimentale, più sciolto più da vicino anche dei Talk Talk (Superculture, Hoo). Come il suo predecessore, Fields And Waves è un fallimento commerciale, ma è stato applaudito dalla critica.

Track list Fields And Waves

  • Barren
  • Jalap
  • P. 53
  • Moider
  • Seizure
  • Moratorium
  • Superculture
  • Quondam
  • Forest
  • Hoo
  • Boreades
  • Fields & Waves

Fotografia[modifica | modifica wikitesto]

In parallelo con i loro progetti musicali, Paul Webb e Lee Harris sono anche appassionati di fotografia . Le loro realizzazioni appaiono nei loro libretti di CD e definiscono l'identità di ogni opera: buio e adornato per Herd Of Instinct e Spoor, topografico e scientifico per Fields And Waves. Altre immagini sono state fatte per il sito del gruppo l'.O.Corner.

Il futuro della band[modifica | modifica wikitesto]

Un terzo album è stato a lungo annunciata dai membri della band, soprattutto da Lee Harris , nel sito .O.corner. Tuttavia nulla è stato finora divulgato su questo, e, con il passare degli anni, la probabilità che "LP3" (o Loudhailer No. 19) è stato registrato diminuisce, questo tanto più che l' .O.corner non è stato più aggiornato dal 31 luglio 2004. Solo un gioco da tavolo chiamato. .Go.rang, le cui regole sono state create da Lee Harris è stato prodotto in quantità limitate e venduto attraverso il sito web del gruppo. Questo non significa che i due membri della band hanno smesso ogni attività musicale. Lee Harris ha collaborato nel 2004 per l'ultimo album dei Bark Psychosis, Codename: Dustsucker per il quale ha co-scritto con Graham Sutton due tracce, mentre Paul Webb, sotto lo pseudonimo di Rustin Man è stato il coautore del primo album solista della sua amica Beth Gibbons, intitolato Out of Season (che, del resto, ha partecipato anche Lee Harris).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]