Zappa (attrezzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La zappa è un attrezzo agricolo manuale per lavorare la terra (rompere il terreno, estirpare erbe inutili o nocive), costituito da una robusta lama in ferro quadrata, e talvolta trapezoidale o triangolare, infissa ad un manico generalmente di legno o metallo leggero (modernamente anche in plastica dura) della lunghezza tra i 35 ed i 70 cm, che insieme alla lama va a formare un angolo retto. Questo strumento deve la sua nascita all'inizio dell'agricoltura, ed è diffuso su tutto il globo.

I vari tipi[modifica | modifica wikitesto]

La zappa ha varianti grandi e varianti piccole:

  • lo zappone è una zappa più robusta, con una lama lunga ed appuntita, viene usata per lavorare i terreni particolarmente duri e sassosi, e per cavare patate, bietole ed altri tipi di tuberi.
  • la zappetta è invece utilizzato per i lavori da giardinaggio, e per estirpare l'erba nociva.

A Lucca, esiste un tipo di zappa chiamata "marrello" (in lucchese si pronuncia marello per il fenomeno detto degeminazione) ha un'angolazione di 45° rispetto al manico e serve per fare solchi o ricalzare verdure e patate.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]