WeBank

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Webank)
Webank
Logo
Stato Italia Italia
Fondazione 1999 a Milano
Sede principale Italia Milano, Italia via Massaua, 4
Filiali 792 (Gruppo BPM)
Persone chiave
Settore servizi finanziari
Prodotti
  • banking
  • credit
  • investing
  • trading
Utile netto Green Arrow Up.svg 2,3 milioni di (2009)
Dipendenti 174 (2009)
Slogan «Online dal 1999»
Sito web www.webank.it

Webank è nata come piattaforma italiana di banking online inaugurata nel 1999 da Banca Popolare di Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gestita per quasi 10 anni da We@service[1], società di servizi online del Gruppo BPM, il 1º novembre 2009 si è trasformata in una banca autonoma, controllata da BPM.

Nel novembre 2009 Webank aveva circa 80 000 clienti[2], con un patrimonio medio di 21.000€[3].

Il 9 marzo 2010, il consiglio d'amministrazione di BPM ha approvato la fusione per incorporazione della Società di Intermediazione Mobiliare WeTrade in WeBank[4].

Il 23 settembre 2014, il consiglio d'amministrazione di BPM ed il Consiglio di Amministrazione di Webank hanno approvato il progetto di fusione di Webank in BPM[5].

Il 23 novembre 2014 Webank diventa il canale online del Gruppo BPM.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo tratto da Corriere.it - «Bpm: Webank conferito a We@service». URL consultato il 16-11-2009.
  2. ^ Articolo tratto da Milano Finanza - «B.P.Milano: nasce Banca WeBank, 5* banca retail del gruppo». URL consultato l'08-11-2009.
  3. ^ Articolo tratto da Milano Finanza - «WeBank (B.P.Milano): Cardamone, 21.000 euro patrimonio medio clienti». URL consultato l'08-11-2009.
  4. ^ Pagina 30 Bozza per l'assemblea del Bilancio sociale del gruppo BPM del 2009
  5. ^ Verbale del Consiglio di Gestione di approvazione del Progetto di Fusione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende