Ustaz Mohammed Yusuf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il politico afghano, vedi Mohammad Yusuf.

Ustaz Mohammed Yusuf (Girgir, 29 gennaio 1970Maiduguri, 30 luglio 2009) è stato un religioso nigeriano, guida spirituale e fondatore nel 2002 della setta islamista Boko Haram, protagonista di attentati contro forze dell'ordine e cristiani, venuta sotto i riflettori internazionali con lo scoppio nel luglio 2009 di un intenso quanto breve periodo di instabilità civile che ha portato all'uccisione di oltre 700 persone in tutta la Nigeria.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Credenze religiose[modifica | modifica sorgente]

In un'intervista del 2009 per la BBC, Yusuf dichiarò che la convinzione della sfericità della Terra insieme all'anticreazionismo di Charles Darwin e la teoria secondo cui la pioggia nasce dall'acqua per poi evaporare col Sole fossero contrarie all'Islam.[1]

Boko Haram[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Boko Haram, Disordini in Nigeria del luglio 2009 e Violenza interreligiosa in Nigeria.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Yusuf fu arrestato dalla forza di sicurezza nigeriana insieme ad altri esponenti della setta a Maiduguri il 28 luglio 2009. Fu ucciso due giorni dopo la sua presa in custodia, probabilmente durante un tentativo di evasione dalla prigione.[2] Gli è succeduto il suo compagno Abubakar Shekau, per lungo tempo considerato morto assieme a Yusuf.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Nigeria's 'Taliban' enigma, BBC News, 28-07-2009.
  2. ^ (EN) "Times" article: Islamist sect leader shot dead after 600 killed in Nigeria siege. Times,
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie