Ultraman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Ultraman (disambigua).
Ultraman
Ultraman 1966.jpg
Paese Giappone
Anno 1966-1967
Formato serie TV
Genere fantascienza
Episodi 40
Durata 24 min (episodio)
Lingua originale giapponese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore colore
Audio mono
Crediti
Interpreti e personaggi
Casa di produzione Tsuburaya Productions
Prima visione
Prima TV Giappone
Dal 17 luglio 1966
Al 9 aprile 1967
Rete televisiva TBS
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 1980
Al
Rete televisiva Televisioni locali
Opere audiovisive correlate
Precedenti Ultra Q
Seguiti Ultraseven

Ultraman (ウルトラマン - Urutoraman) è un supereroe protagonista di varie serie di tokusatsu giapponesi (produzioni cine-televisive che fanno largo uso di effetti speciali).

Ultraman è apparso per la prima volta nella serie tv omonima (ウルトラマン - 空想特撮シルーズ - Urutoraman - Kûsô Tokusatsu Shirîzu) del 1967.

La prima serie composta da 40 episodi (39 + lo speciale prequel) è stata prodotta dalla Tsuburaya Productions e trasmessa dalla Tokyo Broadcasting System (TBS) dal 17 luglio 1966 al 9 aprile 1967. Negli anni seguenti sono state prodotte numerose altre serie tra le quali Ultraseven, Kaettekita Ultraman, Ultraman Ace, Ultraman Taro, Ultraman Leo, Ultraman 80 (anni settanta), Ultraman Tiga, Ultraman Dyna, Ultraman Gaia(anni novanta), fino ai recenti Ultraman Cosmos, Ultraman Nexus, Ultraman Max del 2005 e Ultraman Mebius del 2006. Le serie di Ultraman sono spesso definite Ultra Serie.

Parallelamente alle serie tv, nei cinema giapponesi sono stati proiettati numerosi lungometraggi che ampliavano o aggiungevano dettagli alle serie tv in onda in quel periodo.

In Italia nei primi anni ottanta alcune emittenti televisive private hanno trasmesso parte della prima serie doppiata in italiano.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Un componente della “Guarnigione degli Ultra”, è in missione per scortare il mostro Bemular al Cimitero Spaziale quando, nelle vicinanze del pianeta Terra, un’astronave della Pattuglia Scientifica, incaricata di vegliare sulla sicurezza del pianeta e combattere mostri preistorici che si risvegliano e minacciano il mondo, entra in collisione con la sfera-prigione del mostro spaziale. L’incidente libererà Bemular che riuscirà a rifugiarsi sulla Terra dopo aver ucciso il pilota dell’astronave terrestre, Hayata. L’Ultra di scorta, però, non riesce ad accettare la morte del “collega” terrestre, così decide di fondersi con lui in un unico corpo per riportarlo in vita. Da questo momento, grazie alla “Beta Capsule”, affidatagli dall’Ultra, l’umano può trasformarsi in Ultraman e assumere le sembianze del poliziotto galattico per difendere la Terra da ogni possibile minaccia aliena.

Ma nell'ultimo episodio, Ultraman viene sconfitto e ridotto in fin di vita dal mostro Zetton che viene successivamente distrutto da un'arma miracolosa inventata da Ide, un membro della pattuglia scientifica.

Improvvisamente compare Ultraman Zoffy, il capitano della Guarnigione degli Ultra che separa Hayata da Ultraman e riporta quest'ultimo sano e salvo sulla Nebulosa M78, la patria degli Ultramen.

Mostri[modifica | modifica sorgente]

I mostri della serie, sono stati modificati i costumi della Toho (appartenendo a Eiji Tsuburaya), sono: Godzilla per Jirass, Baragon per Neronga, Magular e Gabora.

Caratteristiche di Ultraman[modifica | modifica sorgente]

Ultraman, a causa della scarso potere energetico del Sole non è in grado di sopravvivere sulla Terra, se non in forma umana, anche per questo motivo si unisce ad Hayata nella difesa della Terra e solo grazie al Beta Capsule, una sorta di catalizzatore, Ultraman può assumere la sua forma originale e utilizzare i suoi super poteri anche se solo per un periodo limitato di tempo (3-5 minuti).

Sul petto dell’eroe è presente un “Color Timer” che comincia a lampeggiare quando l’energia è in fase di esaurimento. Se Ultraman non dovesse tornare in forma umana, prima che la luce del timer si spenga, cesserebbe di vivere. In realtà nell’ultimo episodio accade proprio questo ma Ultraman viene resuscitato solo grazie all’intervento degli abitanti della Terra della Luce.

  • Altezza: 40 metri
  • Peso: 15.000 tonnellate
  • Velocità in Corsa: 700 km/h
  • Velocità in Volo: mach 5
  • Velocità in Nuoto: 200 nodi

Ultraman Hayata, come tutti gli Ultramen, possiede una varietà di poteri che usa nella lotta contro i kaiju:

  • Raggio Specium (Specium Kousen): L'arma più usata da Ultraman(solitamente come colpo di grazia), quando Ultraman forma una croce con le braccia, spara un potente raggio azzurro capace di distruggere un intero mostro gigante in un colpo.
  • Ultra Slash: Ultraman lancia dalle mani dei dischi di energia dalle fatezze di seghe circolari che affettano facilmente l'avversario.
  • Ultra Attack Ray: Ultraman spara dal braccio un raggio a spirale che dopo aver colpito il nemico, se Ultraman stringe i pugni, lo fa esplodere.
  • Ultra Air Catch: Ultraman spara dalle dita dei raggi che immobilizzano l'avversario a mezz'aria.
  • Ultra Rings: Roteando su se stesso Ultraman lancia degli anelli di energia che stringono il nemico.
  • Immunità Elettrica: Ultraman non subisce alcun danno quando viene colpito da raggi elettrici.
  • Teletrasporto: Ultraman può teletrasportarsi da un pianeta ad un altro, ma questo richiede molta energia.
  • Ultra Shower: Ultraman lancia dalle mani dei potenti getti d'acqua.
  • Barriera: Ultraman può generare una barriera rettangolare che annulla i colpi energetici dei mostri.
  • Grande Forza Fisica: Ultraman può sollevare più di 50,000 tonnellate di peso.
  • Slash Ray: Ultraman spara dalle dita dei proiettili di energia non molto potenti.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Nell'edizione italiana sono stati doppiati soltanto 26 dei 39 episodi originali.

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 Ultraman l’invincibile
「ウルトラ作戦第一号」 - Urutora Sakusen Dai Ichigō
17 luglio 1966
2 Ultraman e gli invasori dello spazio
「侵略者を撃て」 - Shinryakusha o Ute
24 luglio 1966
3 Il fiume sotterraneo
「科特隊出撃せよ」 - Katokutai Shutugeki seyo
31 luglio 1966
4 La scia che uccide
「大爆発五秒前」 - Dai Bakuhatsu Gobyō Mae
7 agosto 1966
5 Il fiore assassino
「ミロガンダの秘密」 - Miroganda no Himitsu
14 agosto 1966
6 Guesra il mostro
「沿岸警備命令」 - Engan Keibi Meirei
21 agosto 1966
7 Città del deserto
「バラージの青い石」 - Barāji no Aoi Ishi
28 agosto 1966
8 L'isola dei mostri
「怪獣無法地帯」 - Kaijū Muhō Chitai
4 settembre 1966
9 Gabora il mostro radioattivo
「電光石火作戦」 - Denkōsekka Sakusen
11 settembre 1966
10 Keerah il mostro del lago
「謎の恐竜基地」 - Nazo no Kyōryū Kichi
18 settembre 1966
11 La piera vivente
「宇宙から来た暴れん坊」 - Uchū kara Kita Abarenbō
25 settembre 1966
12 Il ritorno della mummia
「ミイラの叫び」 - Miira no Sakebi
2 ottobre 1966
13 Petrolio in fiamma
「オイルSOS」 - Oiru Esu Ō Esu
9 ottobre 1966
14 Il mistero delle perle
「真珠貝防衛指令」 - Shinjugai Bōei Shirei
16 ottobre 1966
15 I disegni viventi
「恐怖の宇宙線」 - Kyōfu no Uchūsen
23 ottobre 1966
16 L’invasione dei beltani
「科特隊宇宙へ」 - Katokutai Uchū e
30 ottobre 1966
17 La quarta dimensione
「無限へのパスポート」 - Mugen e no Pasupōto
6 novembre 1966
18 Ultraman contro ultraman
「遊星から来た兄弟」 - Yūsei kara Kita Kyōdai
13 novembre 1966
19 Il mistero della capsula
「悪魔はふたたび」 - Akuma wa Futatabi
20 novembre 1966
20 La vendetta del mostro Hydra
「恐怖のルート87」 - Kyōfu no Rūto Hachijūnana
27 novembre 1966
21 La nebbia che uccide
「噴煙突破せよ」 - Fun'en Toppa seyo
4 dicembre 1966
22 Ultraman al centro della terra
「地上破壊工作」 - Chijō Hakai Kōsaku
11 dicembre 1966
23 「故郷は地球」 - Kokyō wa Chikyū 18 dicembre 1966
24 「海底科学基地」 - Kaitei Kagaku Kichi 25 dicembre 1966
25 「怪彗星ツイフォン」 - Kai Susei Tsuifon 1º gennaio 1967
26 Il re dei mostri
「怪獣殿下 前篇」 - Kaijū Denka Zenpen
8 gennaio 1967
27 「怪獣殿下 後篇」 - Kaijū Denka Kōhen 15 gennaio 1967
28 「人間標本5・6」 - Ningen Hyōhon Go Roku 22 gennaio 1967
29 「地底への挑戦」 - Chitei e no Chōsen 29 gennaio 1967
30 「まぼろしの雪山」 - Maboroshi no Yukiyama 5 febbraio 1967
31 「来たのは誰だ」 - Kita no wa Dare da 12 febbraio 1967
32 「果てしなき逆襲」 - Hateshinaki Gyakushū 19 febbraio 1967
33 「禁じられた言葉」 - Kinjirareta Kotoba 26 febbraio 1967
34 「空の贈り物」 - Sora no Okurimono 5 marzo 1967
35 「怪獣墓場」 - Kaijū Hakaba 12 marzo 1967
36 「射つな! アラシ」 - Utsuna! Arashi 19 marzo 1967
37 「小さな英雄」 - Chiisana Eiyū 26 marzo 1967
38 「宇宙船救助命令」 - Uchūsen Kyūjo Meirei 2 aprile 1967
39 「さらばウルトラマン」 - Saraba Urutoraman 9 aprile 1967

Edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

L'edizione italiana di Ultraman venne curata dalla NEW MARK FILM S.a.s., una società di Milano mentre le trasmissioni si ebbero su alcune tv locali dai primi anni ottanta.

Personaggio Interprete Voce italiana
Yota Hayata/Ultraman Susumu Kurobe Sergio Masieri
Toshio Muramatsu Shoji Kobayashi Augusto di Bono
Daisuke Arashi Sandayu Dokumamushi Gianfranco Gamba
Mitsuhide Ide(Ito) Masanari Nihei Roberto Colombo

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]