Turismo (automobile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine turismo associato alle autovetture assume due significati. Il primo, che è quello originale, descrive una tipologia di autoveicoli che era comune all’inizio del XX secolo. Il secondo, più moderno, si riferisce ad una categoria di competizioni automobilistiche.

Il significato originale: la tipologia di autovetture[modifica | modifica sorgente]

Una Mercedes Simplex del 1904. Un esempio di vettura “turismo”
Una Studebaker Big Six del 1920. Un altro esempio di vettura “turismo”

Si definisce “turismo” un’autovettura aperta che poteva ospitare cinque o più passeggeri[1]. Le vetture turismo potevano avere due o quattro porte. Spesso, la linea di cintura era abbassata per fornire ai modelli un carattere più sportivo, ed era presente un tettuccio ripiegabile[2]. Il motore dei primi esemplari di vettura turismo era montato anteriormente o centralmente. Questo tipo di autovettura evolse poi nelle moderne berline.

Le vetture turismo erano popolari all’inizio del XX secolo, e rappresentavano un’alternativa alle runabout ed alle roadster. A metà degli anni dieci, negli Stati Uniti, le vetture turismo evolsero in vari tipi di carrozzeria. La più comune fu la turismo quattro porte. La maggior parte di Ford Model T prodotte dal 1908 al 1927 erano delle turismo a tre o quattro porte. In termini percentuali, le turismo 5 passeggeri rappresentavano per la Ford il 44% delle Model T vendute.

La popolarità delle vetture turismo cominciò a calare nei primi anni venti, quando il compartimento passeggeri chiuso diventò meno costoso e quindi più abbordabile. Di conseguenza, le vendite delle vetture chiuse iniziarono a superare quelle delle vetture aperte.

Le competizioni automobilistiche[modifica | modifica sorgente]

Con il termine vetture turismo si identifica anche una categoria di veicoli derivati da quelli prodotti in grande serie e disponibili al pubblico, che gareggiano in varie competizioni automobilistiche.
La Federazione Internazionale dell'Automobile le definisce così nell'Allegato J del 1961 al Codice Sportivo Internazionale:

(EN)
« Series Production Touring cars are motor vehicles intended for transportation of persons and for which the manufacturer has endeavoured to obtain the best performance in normal condition of use.
In order to enjoy recognition in the "Touring" category, these cars must be in conformity with a model well defined in a catalogue and obviously intended for normal use, "for pleasure or business". They must be offered to the customer by the regular sales department of their manufacturer[3]»
(IT)
« Le automobili Turismo prodotte in serie sono veicoli destinato al trasporto delle persone e per quale il fornitore ha tentato di ottenere la migliore prestazione nelle normali condizioni di uso.
Per godere del riconoscimento nella categoria "Turismo", queste automobili devono essere conformi ad un modello ben definito in un catalogo e destinato ovviamente ad uso normale, "per piacere o per affari". Esse devono essere offerte al cliente tramite il regolare reparto vendite dei loro produttori. »
(fonte:www.fia.com)
L'Alfa 155 DTM di Nicola Larini
Collisione tra Fabrizio Giovanardi (n°6) e Giuseppe Cirò (nascosto) durante la prima manche della gara WTCC a Oschersleben il 28/08/2005

In molte nazioni si tengono competizioni riservate a questo tipo di automobili e tra le più conosciute serie per vetture turismo vi sono:

  • il WTCC, cioè il Campionato Mondiale gestito dalla FIA

e numerosi campionati nazionali, ad esempio:

Il loro regolamento tecnico è cambiato nel corso degli anni, seguendo principalmente le varie norme tecniche emanate dalla FIA: Gruppo 1 o Gruppo 2 negli anni sessanta e settanta, poi Gruppo N e Gruppo A (rispettivamente) negli anni ottanta e all'inizio degli anni novanta.

In seguito, a partire dal 1993, il Gruppo A è stato sostituito dapprima dai regolamenti FIA di Classe 1, per vetture con cilindrata massima di 2,5 litri e una somiglianza solo esteriore con le loro controparti di serie (detto anche D1 e adottato in Germania per il Deutsche Tourenwagen Meisterschaft), e Classe 2 (detto anche D2 o Superturismo e adottato nei campionati turismo nel resto d'Europa), riservato a berline con motore 2 litri e una libertà di elaborazione (e conseguenti costi) nettamente inferiore, a loro volta sostituiti dal regolamento tecnico Super2000, che attualmente è quello su cui poggia il WTCC.

Ciò non toglie che alcuni campionati nazionali adottino o abbiano adottato regolamenti tecnici specifici, come hanno fatto negli anni il DTM, il V8 Supercar e il VLN.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Jess Stein, The Random House College Dictionary, New York, Stati Uniti d’America, Random House, 1975, pag. 1.389, ISBN 0-39443-600-8.
  2. ^ (EN) Pedr Davis, The Macquarie Dictionary of Motoring, Sydney, Australia, Macquarie Library, 1986, pag. 485, ISBN 0-94975-735-7.
  3. ^ (EN) Appendix J 1961 - Art. 257 - Group 1: Series Production Touring Cars: Definition, www.fia.com. URL consultato il 26 gennaio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]