Tribuno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tribuno è il nome di alcuni magistrati, funzionari e militari della Roma antica, originariamente legate alla suddivisione in tribù di Roma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi tribuni furono creati da Romolo, che nell'atto di creare le tre tribù originarie (Ramnes, Tities e Luceres) pose a capo di ciascuna di esse un capo, che le rappresentasse.[1]

Tipi di tribuno[modifica | modifica wikitesto]

  • Tribuno della plebe (Tribunus plebis), magistrato della plebe romana
  • Tribuno consolare (Tribunus militum consulari potestate), magistratura suprema della repubblica romana durante alcuni periodi del V e IV secolo
  • Tribuno militare (Tribunus militum), ufficiale superiore della legione romana in epoca repubblicana e imperiale
  • Tribuno erario (Tribunus aerarii), magistrato che in origine distribuiva la paga ai soldati
  • Tribuno angusticlavio (Tribunus angustum clavium), magistrato con incarichi militari, comandante di una corte
  • Tribunus celerum, comandante delle tre centurie di Celeres, risalenti all'epoca di Romolo;

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Plutarco, Vita di Romolo, 20, 2.