Travemünde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spiaggia di Travemünde, con le caratteristiche sedie da spiaggia a baldacchino (Strandkörbe in tedesco)
Veliero Passat a Travemünde
Travemünde: edifici a graticcio nell'Altstadt ("città vecchia")

Travemünde è un distretto di Lubecca, in Germania, alla foce del fiume Trave nella Baia di Lubecca. Travemünde nacque come roccaforte costruita da Enrico il Leone, duca di Sassonia, nel XII secolo per sorvegliare la foce del fiume, e i danesi successivamente la fortificarono. Divenne una città nel 1317 e nel 1329 passò sotto il controllo della città libera di Lubecca. Le sue fortificazioni furono demolite nel 1807.

Travemünde è un vecchio resort balneare (già dal 1802) ed il più grande porto di traghetti tedesco sul mar Baltico, con destinazioni per Svezia, Finlandia ed Estonia. Il faro è del 1539 ed è il più antico sulla costa baltica tedesca. Altra attrazione di Travemünde è il Passat, un Flying P-Liner e nave-museo ancorata alla foce del fiume Trave.

L'annuale Travemünder Woche è una tradizionale settimana di regate. L'annuale Sand festival a Travemünde è conosciuto come Sand World.

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Il resort - del XIX secolo - è evocato da Thomas Mann nel suo romanzo I Buddenbrook: decadenza di una famiglia. In particolare nella sequenza letteraria sono descritte le vacanze di Antonie Buddenbrook.

Travemünde è raffigurata da Mann come luogo di libertà, felicità e - nel caso di Antonie - amore, in contrasto con i problemi della vita quotidiana.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]