The Jazz Butcher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Jazz Butcher
Paese d'origine Inghilterra Inghilterra
Genere Indie pop
Periodo di attività 1982-2000
Etichetta Glass Records, Creation Records
Album pubblicati 15

The Jazz Butcher (conosciuto anche come The Jazz Butcher Conspiracy o The Jazz Butcher and His Sikkorskis From Hell) è stato un gruppo indie pop inglese fondato a Oxford nel 1982 da Pat Fish (all'anagrafe: Patrick Huntrods,1957, compositore e voce) e Max Eider(chitarra), compagni di università. È considerato poco di un progetto solitario del leader.

Il loro debutto avviene nel 1983 per l'etichetta Glass Records. Nel loro secondo album A Scandal in Bohemia si aggiungono David J e Kevin Haskins dei Bauhaus.

Nel 1988 Fish, rimasto solo con il chitarrista Kizzy O'Callaghan, firma per la Creation Records con la quale pubblica otto album.

Dopo alterne vicende e cambi di formazione nel 2000 e dopo un ultimo tour che vede il ritorno di Max Eider immortalato nell'album Glorious and Idiotic il gruppo si scioglie.

I loro brani sono venati di umorismo nero. Alcuni di loro sono omaggi come Looking for Lot 49 tratta da Fishcotheque al romanzo L'incanto del lotto 49 di Thomas Pynchon, oppure il brano omonimo dedicato ad una infatuazione non corrisposta per l'attrice Shirley MacLaine o all'ode per lo scrittore americano Harlan Ellison.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album studio[modifica | modifica sorgente]

Album live[modifica | modifica sorgente]

  • 1985 - Hamburg (Rebel)
  • 1993 - Western Family (Creation)
  • 2000 - Glorious and Idiotic (ROIR)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Lazell, Barry (1998) Indie Hits 1980-1989, Cherry Red Books, ISBN 0-9517206-9-4, p. 122

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]