The Adams Chronicles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Adams Chronicles
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1976
Formato miniserie TV
Genere drammatico, storico
Puntate 13
Durata 50 min (puntata)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 1,33 : 1
Colore colore
Audio mono
Crediti
Produttore Fred Coe, Paul Bogart, James Cellan Jones, Robert Costello, Virginia Kassel
Casa di produzione WNET Channel 13 New York
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 20 gennaio 1976
Al 13 aprile 1976
Rete televisiva Public Broadcasting Service

The Adams Chronicles è una miniserie televisiva statunitense in 13 puntate trasmesse per la prima volta nel 1976.

È una miniserie del genere drammatico a sfondo storico incentrata sulle vicende della famiglia politica degli Adams raccontate in un arco di circa 150 anni e quattro generazioni.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Personaggi e interpreti[modifica | modifica sorgente]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La miniserie fu prodotta da Fred Coe, Paul Bogart, James Cellan Jones, Robert Costello e Virginia Kassel per la WNET Channel 13 New York.[1]

Registi[modifica | modifica sorgente]

Tra i registi sono accreditati:[2]

Sceneggiatori[modifica | modifica sorgente]

Tra gli sceneggiatori sono accreditati:[2]

  • Virginia Kassel in 13 episodi (1976)
  • Lionel Chetwynd
  • Sam Hall
  • Tad Mosel

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La serie fu trasmessa negli Stati Uniti dal 20 gennaio 1976 al 13 aprile 1976[3] sulla rete televisiva Public Broadcasting Service[1].

Alcune delle uscite internazionali sono state:

  • nei Paesi Bassi il 4 ottobre 1976 (De kroniek van de familie Adams)
  • in Francia il 13 settembre 1979

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b The Adams Chronicles - IMDb - Crediti per le compagnie. URL consultato il 13 febbraio 2013.
  2. ^ a b The Adams Chronicles - IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 13 febbraio 2013.
  3. ^ The Adams Chronicles - TVRage - Elenco degli episodi. URL consultato il 13 febbraio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione