Terremoto di Elâzığ del 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Terremoto di Elâzığ del 2010
Luogo dell'epicentro
Luogo dell'epicentro
Data 8 marzo 2010
Ora 02:32 (UTC)
Magnitudo momento 6,1
Profondità 5 km
Epicentro Turchia orientale, Provincia di Elazığ
38°48′25.2″N 40°06′00″E / 38.807°N 40.1°E38.807; 40.1Coordinate: 38°48′25.2″N 40°06′00″E / 38.807°N 40.1°E38.807; 40.1
Nazioni colpite Turchia Turchia
Vittime 41[1]

Il terremoto di Elâzığ del 2010 è stato un evento sismico verificatosi nella provincia di Elazığ in Turchia l'8 marzo 2010 alle ore 04:32 locali (02:32 UTC), con una magnitudo di 6,1 Mw.

Geologia[modifica | modifica wikitesto]

Il sisma si è verificato nella placca anatolica orientale, che funge da faglia di confine tra la placca araba e quella anatolica[2].

Scosse di assestamento[modifica | modifica wikitesto]

Si sono avvertite circa venti scosse di assestamento, di cui due superiori ai 5 gradi.

Danni e Vittime[modifica | modifica wikitesto]

Le primissime notizie riportavano il numero di vittime a 57. Due giorni dopo, le televisioni locali, hanno abbassato il numero a 41. 74 persone invece risultano ferite e sono state trasportate in ospedali[3][4]. La maggioranza delle vittime era originaria di tre piccoli villaggi: Okcular, Yukari Kanatli e Kayali.

Superstiti dicono che il villaggio di Okcular è stato "totalmente raso al suolo", "niente è rimasto in piedi"[5].

Reazioni[modifica | modifica wikitesto]

Turchia Turchia: Quattro ministri del governo hanno visitato la scena appena avuto la notizia del terremoto. Il primo ministro Recep Tayyip Erdoğan è giunto soltanto dopo.

Pakistan Pakistan: Il primo ministro Yousaf Raza Gillani ha inviato un messaggio di condoglianze al suo collega turco[6].

Israele Israele: Il ministro alla difesa Ehud Barak ha fatto sapere al governo turco di poter inviare mezzi di soccorso. La Turchia ha poi rinunciato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (TR) Elazığ depreminde ölü sayısı 10 kişi düştü in Hürriyet, 10 marzo 2010. URL consultato il 12/03/2010.
  2. ^ (EN) Pagina web del sisma sull'EMSC
  3. ^ Terremoto in Turchia, decine le vittime in la Repubblica, 08 marzo 2010.
  4. ^ (EN) Dozens dead from earthquake in Turkey in CNN, 08 marzo 2010.
  5. ^ (EN) Strong earthquake hit eastern Turkey in BBC, 08 marzo 2010.
  6. ^ (EN) PM sympathizes with Turkish counterpart on massive earthquake in Associated Press of Pakistan, 9 marzo 2010. URL consultato il 13/03/2010.