Tellururo di idrogeno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tellururo di idrogeno
Hydrogen-telluride-3D-vdW.png
Nomi alternativi
acido telluridrico
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare H2Te
Massa molecolare (u) 253,80 g/mol
Aspetto gas incolore
Numero CAS [7783-09-7]
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua 0,70 g/100 mL
Temperatura di fusione - 49 °C
Temperatura di ebollizione instabile sopra i 2 °C
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta infiammabile gas compresso

pericolo

Frasi H 220 - 280 - 330
Consigli P 210 - 260 - 304+340 - 315 - 377 - 381 - 403 - 405 [1]

Il tellururo di idrogeno è un composto inorganico con la formula H2Te.

È raro trovarlo in natura perché tende a decomporsi nei suoi elementi nativi. La maggior parte dei composti con legami Te-H sono instabili per la perdita di H2. Il tellururo di idrogeno è chimicamente e strutturalmente simile al seleniuro di idrogeno, entrambi sono specie acide con angoli H-X-H vicini a 90°[2].

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

H2Te è prodotto mediante l'acidificazione dei sali di Te2− come Al2Te3 e Na2Te. Na2Te risulta dalla reazione di sodio e tellurio in ammoniaca anidra. Il prodotto intermedio dell'acidificazione, HTe- è un anione stabile.

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Il tellururo di idrogeno è un composto endotermico, instabile all'aria, viene facilmente ossidato ad acqua e tellurio elementare:[3]

2 H2Te + O2 → 2 H2O + 2 Te

È acido più o meno come l'acido fosforico (Ka = 8.1×10−3), con un valore Ka di circa 2.3×10−3.[3] Reagisce con molti metalli formando tellururi[4],

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda del composto su IFA-GESTIS consultata il 18.08.2014
  2. ^ Greenwood, N. N.; & Earnshaw, A. (1997). Chemistry of the Elements (2nd Edn.), Oxford:Butterworth-Heinemann. ISBN 0-7506-3365-4.
  3. ^ a b Egon Wiberg e Arnold Frederick Holleman, Inorganic chemistry, a cura di Nils Wiberg, translated by Mary Eagleson, Academic Press, 2001, p. 589, ISBN 0-12-352651-5.
  4. ^ Henry Enfield Roscoe e Carl Schorlemmer, A treatise on chemistry, vol. 1, Appleton, 1878, pp. 367–368.
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia