Suore oblate della Provvidenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Suore Oblate della Provvidenza (in inglese Oblate Sisters of Providence) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla O.S.P.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La congregazione venne fondata a Baltimora il 2 luglio 1829 dal sulpiziano James Joubert de la Muraille (1777-1843) e da Mary Elizabeth Lange (1780?-1882) per l'istruzione e l'educazione cristiana delle ragazze di colore.[2]

L'approvazione della Santa Sede giunse nel 1831. Grazie al sostegno dell'arcivescovo James Whitfield le suore della comunità riuscirono a superare l'iniziale diffienza dei cattolici americani, che non accettavano il fatto che donne nere indossassero l'abito religioso: le suore si diffusero presto anche in altre diocesi americane con l'aiuto del missionario redentorista Thaddeus Anwander.[3]

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Le Oblate della Provvidenza si dedicano a varie opere di assistenza e apostolato (istruzione, catechesi), soprattutto presso le comunità afroamericane e ispanoamericane.[2][4]

Oltre che negli Stati Uniti d'America (Florida, Maryland, New York), sono presenti in Costa Rica:[5] la sede generalizia (Our Lady of Mount Providence Convent) è a Baltimora.[1]

Al 31 dicembre 2005 l'istituto contava 89 religiose in 5 case.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2007, p. 1669.
  2. ^ a b Enciclopedia Rizzoli Larousse, vol. X (1969), pp. 675-676, voce Oblato.
  3. ^ DIP, vol. VI (1980), col. 595, voce a cura di G. Rocca.
  4. ^ Oblate Sisters of Providence: Our Ministries. URL consultato il 12-6-2009.
  5. ^ Oblate Sisters of Providence: Our History. URL consultato il 12-6-2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo