Stratego (gioco da tavolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una versione software di Stratego

Stratego è un gioco da tavolo strategico, inventato in Francia all'inizio del XX secolo. Oggi è noto soprattutto attraverso l'edizione della Milton Bradley, commercializzata a partire dal 1961 negli Stati Uniti d'America. Il gioco è diffuso in tutto il mondo, ed è particolarmente popolare in Belgio, Olanda e Germania, dove si tengono annualmente competizioni sia nazionali che internazionali.

Equipaggiamento e meccanismo di gioco[modifica | modifica sorgente]

L'equipaggiamento del gioco consiste in un tabellone suddiviso in 10×10 caselle e 40 pedine per ogni giocatore (rispettivamente rosse e blu). Nella zona centrale del tabellone sono situate alcune caselle di "lago", che non possono essere occupate dalle pedine. Ciascuna pedina, della forma di una piccola carta rettangolare montata su un piedistallo, rappresenta un soldato con un determinato grado e ruolo, raffigurato su una sola faccia della pedina. Ogni giocatore dispone i pezzi sul tabellone con la faccia disegnata rivolta verso di sé e nascosta all'avversario. Il fatto che i giocatori non conoscano il valore dei pezzi avversari è un elemento chiave della strategia del gioco, che è in gran parte basata sulla raccolta di informazioni circa la disposizione dei pezzi avversari.

Complessivamente, la partita simula una battaglia. I pezzi vengono mossi sul campo di battaglia di una casella per volta, con l'eccezione dell'"esploratore", che può muovere in linea retta di un qualunque numero di caselle, come la torre degli scacchi. Quando un pezzo entra in una casella occupata da un pezzo avversario, il valore delle pedine viene rivelato, e il pezzo di grado più alto vince lo scontro, causando la rimozione del pezzo avversario dal tabellone. In caso di parità, entrambi i pezzi vengono rimossi. Fanno eccezione a questa regola generale tre pezzi speciali. La "bomba" (che non può essere spostata) batte qualunque altro pezzo eccetto il "geniere". La "spia" batte il pezzo di grado più alto, il "maresciallo", se lo attacca; viene sconfitta da qualunque altro pezzo e dallo stesso maresciallo se è quest'ultimo ad attaccare. La "bandiera" può essere sconfitta da qualunque pezzo quando attaccata, e questo determina la vittoria del giocatore avversario.

Storia[modifica | modifica sorgente]

I meccanismi di gioco di Stratego sono chiaramente riconducibili a quelli di giochi tradizionali della famiglia degli scacchi. L'analogia più evidente è con un antico gioco cinese noto come Don Shou Qi ("gioco del combattimento fra animali") o anche come "scacchi animali". I pezzi del Don Shou Qi rappresentano animali anziché soldati, e non sono nascosti come in Stratego; a parte questo, il meccanismo di gioco è molto simile e persino il tabellone ha caratteristiche analoghe, incluse le caselle centrali non accessibili. Ci sono comunque alcuni derivati del Don Shou Qi, come il gioco cinese moderno Lu Zhan Ju Qi, che condividono con Stratego l'elemento della segretezza dei pezzi.

Nel 1908, una signora francese di nome Hermance Edan brevettò un gioco chiamato L'attaque, che viene considerato il diretto predecessore di Stratego.[1] La versione odierna, in cui la grafica dei pezzi è ispirata alle uniformi di epoca napoleonica, fu realizzata dalla casa editrice olandese Jumbo, e in seguito acquisita e distribuita da Milton Bradley, che la introdusse nel mercato statunitense nel 1961. La Jumbo ha continuato a produrre il gioco per il mercato europeo, introducendo anche alcune varianti, fra cui una giocabile anche in 3 o 4 giocatori. Anche Milton Bradley ha realizzato un gran numero di varianti, fra cui Electronic Stratego, nel 1982, che utilizza un tabellone "elettronico" che segnala automaticamente quale pezzo vince in uno scontro; la più notevole innovazione strategica di questa versione è che i pezzi non vengono mai rivelati ai giocatori finché non solo eliminati dal gioco.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ed Collins

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

giochi da tavolo Portale Giochi da tavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi da tavolo