Società Nazional-Socialista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Società Nazional-Socialista
(RU) Национал-Cоциалистическое Oбщество (HCO)
Nacional-Socialističeskoe Obščestvo (NSO)
FlagNSO.gif
Stato Russia Russia
Fondazione 12 gennaio 2004
Ideologia Neonazismo
Collocazione Ultradestra
Russia

Questa voce è parte della serie:
Politica della Federazione Russa








Altri stati · Atlante

La Società Nazional-Socialista (in russo: Национал-Cоциалистическое Oбщество[?], traslitterato: Nacional-Socialističeskoe Obščestvo) è movimento di ultradestra russo, di stampo neonazista, fondato nel 2004 e considerato illegale.[1]

Obiettivi[modifica | modifica sorgente]

Il movimento ha come obiettivo la ricostruzione dello stato nazionale russo sulla base dell'ideologia nazionalsocialista.

Azioni[modifica | modifica sorgente]

Alcuni degli attivisti del partito sono noti per aver compiuto aggressioni, riprendendole su video, verso persone dall'aspetto non slavo [2] o che parlavano con accento straniero.[3] Nel 2007, tentarono di aggredire i partecipanti al gay pride di Mosca.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BBC News - Russia neo-Nazis jailed for life over 28 race murders, BBC-online. URL consultato il 25 novembre 2013.
  2. ^ (EN) Steven Eke, Russia gang 'faces murder charge', BBC-online, 30 giugno 2008. URL consultato il 13 luglio 2011.
  3. ^ (EN) Artyom Liss, BBC News - Neo-Nazi skinheads jailed in Russia for racist killings, BBC-online, 25 febbraio 2010. URL consultato il 13 luglio 2011.
  4. ^ (EN) Steven Eke, New data on Russia race attacks, BBC-online, 3 settembre 2007. URL consultato il 13 luglio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]