Snæfellsjökull

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La cima di dello Snæfellsjökull
« Scendi nel cratere dello Snaeffelsjokull, che l’ombra dello Scartaris viene a toccare alle calende di luglio, audace viaggiatore, e arriverai al centro della terra. Il che ho fatto[1]»
(Jules Verne, Viaggio al centro della Terra)

Lo Snæfellsjökull è un ghiacciaio islandese che ricopre il vulcano Snæfell. Spesso anche questo nome viene attribuito anche al vulcano per distinguerlo dagli altri due rilievi che hanno lo stesso nome. È situato nella parte più a ovest della penisola Snæfellsnes in Islanda. Qualche volta può essere visto dalla città di Reykjavík, oltre la baia di Faxaflói, da una distanza di 120 chilometri.

La montagna è una delle attrazioni turistiche più famose in Islanda, soprattutto dovuto al romanzo Viaggio al centro della Terra dell'autore francese Jules Verne, nel quale il protagonista trova il passaggio che conduce al centro della Terra a Snæfellsjökull.

Da un altro punto di vista, le persone che credono nell'esoterismo, pensano che il vulcano sia un punto di convergenza di poteri speciali. L'area è anche creduta come luogo di atterraggio di navicelle spaziali.

La montagna è circondata dal Parco Nazionale Snæfellsjökull.

Letteratura[modifica | modifica sorgente]

Nel romanzo Viaggio al centro della Terra[2], all'interno di questo vulcano lo scrittore francese Jules Verne, grazie a un manoscritto di Arnem Saknussemm, un alchimista danese del XVI secolo, colloca l'entrata per il centro della terra.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Frase letta da Lidenbrock, il protagonista della storia "Viaggio al centro ella terra", dopo aver tradotto l'anagramma
  2. ^ Titolo originale in lingua francese Voyage au centre de la Terre

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]