Seyhan (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Seyhan
Stato Turchia Turchia
Lunghezza 560 km
Bacino idrografico 20600 km²
Nasce Monti Tahtali
Sfocia Mare Mediterraneo
Mappa del fiume
Il bacino artificiale creato dalla Diga di Çatalan sul fiume Seyhan, a nord della città di Adana alla quale fornisce l'acqua potabile; si trova a due chilometri dal grande bacino creato dalla diga del Seyhan.

Il Seyhan (anche Seihan o Sihun) è un fiume della Turchia che scorre per 560 chilometri nell'Anatolia sud-orientale.

Ha origine dalla confluenza dei fiumi Göksu e Yenice che nascono entrambi sui Monti Tahtali ((TR) Tahtalı Dağları), province di Sivas e Kayseri, nella catena dell'Anti-Tauro.

Scorre verso sud-ovest dai suoi tributari, nella Provincia di Adana, e sfocia con un ampio delta nel Mediterraneo, ad est di Mersin.

A circa 50 chilometri dalla foce, sulla sua riva destra (ovest), si estende la città di Adana, dove il fiume è attraversato dal grande Ponte in pietra di Adana, costruito nel II secolo.

A monte della città la più importante diga di Seyhan crea l'omonimo bacino artificiale, di 90 km²., che serve per irrigazione, energia idroelettrica e prevenzione delle inondazioni.

Anticamente veniva chiamato Sarus e la sua pianura Cilicia piana. Attualmente il fiume entra in mare poco più a sud di Tarso, ma ci sono chiare indicazioni che una volta si univa al Pyramus (attuale Jihun), e che i fiumi uniti si dirigevano verso il mare ad ovest di Kara-tash.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nuovo atlante mondiale, direzione di Umberto Bonapace, edizione speciale, Novara, Istituto Geografico De Agostini [1969], 1974, p. 473.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 36°43′20″N 34°54′27″E / 36.722222°N 34.9075°E36.722222; 34.9075

Turchia Portale Turchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Turchia