Santi (The Academy Is...)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santi
Artista The Academy Is...
Tipo album Studio
Pubblicazione 2 aprile 2007(UK)
Durata 39 min : 26 s
Dischi 1
Tracce 11
Genere Indie rock
Etichetta Fueled by Ramen, Decaydance, Atlantic Records
Produttore Butch Walker
Registrazione 31 ottobre 2006 a Los Angeles, California)
The Academy Is... - cronologia
Album precedente
(2004)
Album successivo
(2006)

Santi è il secondo album della band indie-rock The Academy Is..., pubblicato il 2 e il 3 aprile 2007 (in Gran Bretagna e USA) dalla casa discografica Fueled by Ramen.

Il titolo dell'album non ancora completato era Chop Chop. La prima anteprima dell'album è stata fornita da Johnny Mirandi di Snakes and Suits fame il 26 gennaio, 2007 quando diede la canzone "LAX to O'Hare", a Absolutepunk.net per passarla in streaming sul loro sito [1] Il primo singolo dall'album è stato "We've Got a Big Mess on Our Hands".[2]

Il secondo singolo è stato "Neighbors", il video del quale è disponibile su YouTube.

Martedì 27 marzo, 2007 MTV2.com iniziò a trasmettere l'album [3].

Nella prima settimana di vendite negli Stati Uniti, l'album ha venduto 33000 copie, debuttando alla numero 32 nella classifica Billboard 200 e alla #94 nella UK Albums Chart.

William Beckett ha spiegato l'origine di Santi e come è diventato il nome dell'album nella rivista musicale australiana Blunt con la seguente storia:

"Adam ed io andavamo nella stessa scuola superiore, e c'era questo ragazzo di nome Josh Santiago che veniva a scuola con noi. Al momento io stavo facendo un progetto solista, e ascoltavo musica diversa dalla maggior parte della gente - cose come The Get Up Kids, The Promise Ring e Jimmy Eat World - e la gente lì semplicemente non capiva me o come ero fatto. Perciò questo ragazzo in particolare, Josh Santiago, mi faceva vivere l'inferno, come rompermi le costole o chiamarmi con nomi negativi come "faggot" (frocio) o cose così. Comunque, lui aveva una cover band di Dave Matthews chiamata Santi, perché il suo nome era Santago e lui era esattamente quel tipo di ragazzo. Quindi noi iniziammo a dire "santi" per tutto ciò che non era lui - tutto ciò che era positivo, solo perché lui era un tipo così negativo e una persona così terribile. Iniziammo a dire "santi" per tutte le cose divertenti o belle, più o meno come 'cheers' (ciao, grazie) o lo diciamo come saluto, come, 'What's up, Santi?' (come va, 'Santi'?) Quindi è una parola che usiamo da molto tempo e quando fu il momento di dare il nome all'album lo ascoltammo e andò così, 'Santi!' - è sempre dovuto essere il nome."

Elenco delle tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. "Same Blood" – 3:14
  2. "LAX to O'Hare" – 3:36
  3. "We've Got a Big Mess on Our Hands" – 3:26
  4. "Sleeping with Giants (Lifetime)" – 3:36
  5. "Everything We Had" – 3:38
  6. "Bulls in Brooklyn" – 3:27
  7. "Neighbors" – 3:10
  8. "Seed" – 4:17
  9. "Chop Chop" – 3:26
  10. "You Might Have Noticed" – 3:22
  11. "Unexpected Places" – 4:15

Tracce bonus del Best Buy

  1. "Ghost" – 3:51
  2. "Everything We Had" (One Take Acoustic Mix) – 4:11

Tracce bonus di iTunes

  1. "Toasted Skin" – 3:55
  2. "40 Steps" – 4:29
  • Le bonus track di iTunes sono state tolte.

Singoli[modifica | modifica sorgente]

"We've Got a Big Mess on Our Hands"[modifica | modifica sorgente]

"Neighbors"[modifica | modifica sorgente]

"Neighbors" è stato il secondo singolo da Santi. La canzone dura tre minuti e dieci secondi.

Per questa canzone è stato fatto anche un video, che mostra il gruppo ad un concerto e in altri scenari. Ci sono molti cameo di altri gruppi partecipanti al tour Honda Civic, come Mark Hoppus della band +44, Andy Hurley, Pete Wentz e Joe Trohman dei Fall Out Boy e Gabe Saporta di Midtown e Cobra Starship.

La canzone è stata accompagnata da Degrassi: The Next Generation. Contiene le seconde voci di Max Izzo, che partecipò anche alla canzone dei Fall Out Boy "Honorable Mention", anche se come nell'album dei Fall Out Boy non è stato citato.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • "Everything We Had" fa parte della colonna sonora del film P.S. I Love You.