Salām

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – "Salam" rimanda qui. Se stai cercando il comune del Mali, vedi Salam (Mali).
Salaam.png
La bandiera dell'arcobaleno con Shalom e Salām a significare pace in ebraico e arabo

La parola salām "سلام ", in arabo significa "pace", essendo la radice semitica s-l-m legata al significato di "salvezza, salute, pace".
L'espressione forse più conosciuta nei paesi non-arabofoni è as-salām ‘alaykum ("la pace sia su di voi"), che è il saluto che ogni musulmano rivolge, ma equivale all'italiano "ciao" o "buongiorno", e ricevendo in risposta wa ‘alaykum as-salām ("e con voi la pace").
Inoltre l'espressione ma‘a as-salāma ("مع السلامة"), che ha lo stesso significato di arrivederci, viene tradotta "con [te] la salute".

La parola ricorre anche per alcune città del mondo islamico, come l'attuale Dar es-Salam, in Tanzania (che alla lettera significa "Casa o Sede della pace"). Identica locuzione è stata per secoli usata per indicare Baghdad, dall'VIII al XIII secolo d.C. sede del Califfato abbaside, la città più grande e popolosa fino a quel tempo di tutto l'emisfero boreale.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]