Saikin, imōto no yōsu ga chotto okashiin da ga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Saikin, imōto no yōsu ga chotto okashiin da ga.
manga
Titolo orig. 最近、妹のようすがちょっとおかしいんだが。
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Mari Matsuzawa
Editore Fujimi Shobo - Dragon Comics Age
1ª edizione 9 novembre 2010 – in corso
Collanaed. Monthly Dragon Age
Tankōbon 6 (in corso)
Target shōnen
Generi commedia, sentimentale
Tema soprannaturale
Saikin, imōto no yōsu ga chotto okashiin da ga.
serie TV anime
Titolo orig. 最近、妹のようすがちょっとおかしいんだが。
Regia Hiroyuki Hata
Sceneggiatura Hideyuki Kurata
Studio Project No.9
Musiche Ryosuke Nakanishi
Reti Tokyo MX, SUN, AT-X, BS11
1ª TV 4 gennaio – 22 marzo 2014
Episodi 12 (completa) +1 OAV
Aspect ratio 16:9
Durata ep. 24 min
Censura
Generi commedia, sentimentale
Tema soprannaturale
Saikin, imōto no yōsu ga chotto okashiin da ga.
light novel
Titolo orig. 最近、妹のようすがちょっとおかしいんだが。
Testi Kougetsu Mikazuki
Disegni Mari Matsuzawa
Editore Fujimi Shobo - Fujimi Fantasia Bunko
1ª edizione 18 gennaio 2014
Volume unico

Saikin, imōto no yōsu ga chotto okashiin da ga. (最近、妹のようすがちょっとおかしいんだが。? lett. "Di recente, la mia sorellina si sta comportando in un modo un po' strano, ma."), altresì noto come ImoCho (妹ちょ?), è un manga di Mari Matsuzawa che viene serializzato sulla rivista Monthly Dragon Age della Fujimi Shobo dal 9 novembre 2010. Un adattamento anime è stato trasmesso in Giappone tra il 4 gennaio e il 22 marzo 2014. Una light novel, adattata dal manga e scritta da Kougetsu Mikazuki con le illustrazioni di Mari Matsuzawa, è stata pubblicata dalla Fujimi Shobo sotto l'etichetta della Fujimi Fantasia Bunko il 18 gennaio 2014[1]. Un film live action, ispirato alla serie, ha debuttato nei cinema giapponesi il 17 maggio 2013[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mitsuki, che frequenta una scuola superiore femminile, quando la madre divorziata si risposa con un collega di lavoro, si ritrova ad aver un fratellastro della sua stessa età. Poco tempo dopo il patrigno è costretto a trasferirsi all'estero e la nuova moglie lo segue, lasciando così Mitsuki a vivere da sola con Yuya. Sentendosi in parte come fosse stata abbandonata dalla madre, la ragazza cerca di mantenere le distanze col fratello acquisito, rifiutandosi persino di tenere una semplice conversazione con lui.

Un giorno Mitsuki riceve la visita di un fantasma il quale, impossessatosi del corpo della giovane adolescente, comincia subito dopo a fare spinte avances sessuali a Yuya; lo spirito è quello di una ragazza defunta di nome Hiyori che vaga ancora per il mondo non riuscendo a raggiungere le porte del cielo. Al fine di ottenere la pace eterna e così poter andare in paradiso Hiyori mette una cintura di castità a Mitsuki.

Questo strano oggetto ha la facoltà di riempirsi d'energia ogni qual volta la ragazza provi dei forti sentimenti amorosi nei confronti di Yuya, sia che si tratti semplicemente di andare ad un appuntamento con lui, sia che si metta a baciarlo o che cerchi d'aver un rapporto sessuale. Tutte le volte che la cintura si riempie completamente di energia Hiyori guadagna una posizione che la fa così avvicinar al ponte che collega la terra col cielo.

Alla fine, volendo liberarsi il prima possibile del fastidioso fantasma di Hiyori, a Mitsuki non rimane altro da fare che tentar con tutte le proprie forze di sedurre, con mosse sempre più audaci, il fratello acquisito.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) 最近、妹のようすがちょっとおかしいんだが。 いや、かなりアブない学園祭, Fujimi Shobo. URL consultato il 27 dicembre 2013.
  2. ^ (EN) Saikin, Imōto no Yōsu ga Chotto Okashiin Da Ga. Gets Live-Action Film, Anime News Network, 9 dicembre 2013. URL consultato il 10 dicembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]