SN 1987a

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
SN 1987A
Il resto della supernova 1987a si trova vicino al centro ed è ingrandito in alto a destra.Il resto della supernova 1987a si trova vicino al centro ed è ingrandito in alto a destra.
Scoperta 23 febbraio 1987, h. 23:00 UTCiauc
Galassia ospite Grande Nube di Magellano
Tipo di supernova supernova di tipo II-P
Stella progenitrice Sanduleak -69° 202a
Tipo progenitrice Supergigante blu
Costellazione Dorado
Distanza dal Sole 168.000 anni luce (51,4 kpc)
Coordinate
(all'epoca B1950.0)
Ascensione retta 05h 35m 49,942s
Declinazione −69° 17′ 57,60″
Dati fisici
Indice di colore (B-V) +0,085
Dati osservativi
Magnitudine di picco +3

La Supernova 1987A è una supernova di tipo II esplosa circa 168.000 anni fa e risultata visibile dalla Terra a partire dal 23 febbraio 1987 nella Grande Nube di Magellano, una galassia satellite della Via Lattea. Essendo esplosa ad una distanza dalla Terra di circa 51 400 parsec, è stata la supernova più vicina ad essere stata osservata da quella del 1604, che esplose all'interno della nostra Galassia; inoltre è la supernova più vicina osservata dopo l'invenzione del telescopio.

L'evento[modifica | modifica sorgente]

La luce della supernova raggiunse la Terra il 23 febbraio 1987. Poiché era la prima supernova scoperta in quell'anno, fu chiamata "1987a". La sua luminosità raggiunse il massimo in maggio, con una magnitudine apparente di circa 3, e scese lentamente nei mesi seguenti. Fu la prima occasione per gli astronomi moderni di osservare una supernova relativamente vicina. Poiché 51 400 parsec corrispondono a circa 168 000 anni luce, l'evento cosmico è in realtà accaduto circa 168 000 anni fa.

Circa tre ore prima che la luce visibile dalla SN 1987a raggiungesse la Terra, un flusso di neutrini fu osservato simultaneamente in tre separati rivelatori, che erano stati costruiti per studiare il problema dei neutrini solari. Anche se il numero totale dei neutrini raccolti fu limitato (24 in totale, di cui 11 antineutrini da Kamiokande II, 8 antineutrini da IMB e 5 neutrini da Baksan), si trattava di un incremento notevole rispetto al livello di fondo osservato. Fu la prima occasione in cui dei neutrini emessi da una supernova venivano osservati direttamente, e le osservazioni furono coerenti con i modelli teorici di supernova, dove la maggior parte dell'energia del collasso viene dispersa nello spazio appunto sotto forma di neutrini.

Studi e teorie[modifica | modifica sorgente]

Astrofisici e fisici delle particelle rimpiangono che non siano state realizzate due particolari misurazioni. Prima di tutto, lo spettro di energia dei neutrini avrebbe potuto essere misurato se si fossero usati sensori per neutrini migliori. Secondariamente, se gli orologi dei rivelatori fossero stati sincronizzati, si sarebbe potuto determinare se i neutrini viaggiavano alla velocità della luce (come particelle senza massa), oppure più lentamente (particelle dotate di massa). Sfortunatamente solo il rivelatore di uno dei laboratori era sincronizzato con un orologio atomico e quindi fu impossibile eseguire questa misura.

L'analisi delle energie e dei tempi di arrivo degli eventi osservati ha permesso di studiare le caratteristiche della emissione di antineutrini[1] e di ottenere dei limiti sulla massa del neutrino[2].

Il precursore della SN 1987a era una stella supergigante blu, di nome Sanduleak -69° 202a. Si pensa che avesse una massa di circa 20 volte quella del Sole. Questo fatto richiese una revisione dei modelli di evoluzione stellare per stelle di grande massa, che in precedenza suggerivano che le supernovae scaturissero sempre da supergiganti rosse.

Il resto di supernova formato dai detriti della SN 1987a è uno degli oggetti astronomici più studiati.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Pagliaroli, Vissani, Costantini, Ianni, Astropart.Phys.31:163-176,2009
  2. ^ Pagliaroli, Rossi-Torres, Vissani, Astropart.Phys.33:287-291,2010

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]