Rupjmaize

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il rupjmaize è un pane di farina di segale che rappresenta uno degli alimenti di base delle famiglie lettoni.

E nella regione storica della Curlandia, in particolare a Kuldīga, il rupjmaize è usato per fare un dessert[1]: i ristoranti propongono la rupjmaizes kārojums/kārtojums (dolce con l'aspetto della torta Foresta Nera) che è una ricetta a base di pane nero ridotto in briciole con panna e miele.

Marchio[modifica | modifica sorgente]

Salinātā rudzu rupjmaize
Salinātā rudzu rupjmaize
Origini
Luogo d'origine Lettonia Lettonia
Dettagli
Categoria contorno
Riconoscimento S.T.G.
Settore panetteria, pasticceria
 

Come testimoniano i numerosi libri di cucina lettoni, il salinātā rudzu rupjmaize è uno dei simboli dell'identità culinaria lettone.

Nel gennaio 2014, a livello europeo, il Salinātā rudzu rupjmaize è stato riconosciuto specificità tradizionale garantita (STG)[2].

E caratterizzato da un processo di produzione utilizzando farina di segala sbollentata e tempi di fermentazione in recipienti di legno. Un'altra specificità del salinātā rudzu rupjmaize lettone è l'aggiunta di semi di carvi durante la preparazione dell'impasto.

Di forma allungata, si presenta due volte più lunga che larga, con estremità arrotondate. Ha un gradevole gusto agrodolce.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Carolyn Bain, Estonia, Lettonia e Lituania, edizione Lonely Planet, 2009, p.251, ISBN 978-1741047707
  2. ^ Regolamento (CE) n. 12/2014 della Commissione dell'8 gennaio 2014 recante iscrizione di una denominazione nel registro delle specialità tradizionali garantite [Salinātā rudzu rupjmaize (STG) «Gazzetta ufficiale dell'Unione europea» L 4/40 del 9.1.2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Indra Čekstere, Mūsu maize: maizes cepšanas tradīcijas Latvijā / Our daily bread: the traditions of Latvian baking, edizione Hanzas Maiznīca, 2004