Ruminazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La ruminazione (o masticazione mericica) è un momento fisiologico proprio dei ruminanti. Più precisamente la ruminazione è un riflesso mediante il quale l'animale rigurgita in cavità orale materiale vegetale solido grossolanamente frammentato durante l'ingestione primaria, lo tritura finemente grazie ai movimenti a mola della mandibola, lo insaliva e nuovamente lo ingurgita, allo scopo di favorire le reazioni fermentative operate dai microrganismi nei prestomaci. Questo riflesso prevede la compartecipazione del complesso rumino-reticolare, dell'esofago, del faringe e della cavità orale e viene controllato a livello encefalico dal centro di integrazione ipotalamico e dal nucleo dorsale del nervo vago.

La ruminazione può essere considerata come un adattamento evolutivo antipredatorio proprio di alcuni mammiferi erbivori. Essa infatti consente all'animale in potenziale pericolo di stoccare rapidamente grandi quantità di cibo nel rumine e di ritardare lo sminuzzamento fine delle ingesta in un momento di maggiore tranquillità e sicurezza.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Aguggini, Beghelli et al. "Fisiologia degli animali domestici con elementi di etologia". UTET

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia