Renato di Châlon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Renato di Châlon

Renato di Châlon (Breda, 5 febbraio 1519Saint-Dizier, 15 luglio 1544) conosciuto anche col nome di Renato di Nassau-Breda, fu Principe d'Orange e Statolder d'Olanda, Zelanda, Utrecht e Gheldria.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Egli era il secondo figlio del Conte Enrico III di Nassau-Breda e di Claudia di Châlon, il cui fratello Filiberto di Châlon, fu l'ultimo Principe di Orange della casata di Châlon. Queando egli morì nel 1530, Renato ereditò il Principato a condizione che avrebbe dovuto utilizzare lo stemma e il cognome degli Châlon-Orange. Per questo motivo la storia tende perlopiù a identificarlo con il nome di Renato di Châlon invece di "Renato di Nassau-Breda".

Mentre era al servizio di Carlo V venne ucciso nell'ambito dell'assedio di Saint-Dizier del 1544. L'Imperatore stesso era presente al suo capezzale. Renato di Châlon venne sepolto nella Grote Kerk di Breda. Nella chiesa di San Stefano di Bar-le-Duc si trova un cenotafio a lui dedicato.

Suo cugino, Guglielmo di Nassau-Dillenburg ereditò tutte le terre di Renato. Questi, meglio conosciuto come Guglielmo "il Taciturno", divenne il fondatore della Casata di Orange-Nassau.

Matrimonio ed eredi[modifica | modifica sorgente]

Renato di Châlon sposò il 20 agosto 1540, a Bar-le-Duc, Anna di Lorena (1522-1568). La coppia ebbe una figlia, Maria, che visse tre sole settimane e venne sepolta nella "Grote Kerk" di Breda.

Predecessore Principe di Orange Successore
Filiberto 15301544 Guglielmo d'Orange-Nassau
Predecessore Barone di Breda Successore
Enrico III di Nassau-Breda 15381544 Guglielmo d'Orange-Nassau
Predecessore Statolder d'Olanda, Zelanda e Utrecht Successore
Antoine de Lalaing 15401544 Luigi di Praet
Predecessore Statolder di Gheldria Successore
Titolo di nuova creazione 15431544 Philippe de Lalaing

Controllo di autorità VIAF: 75008425

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie