Redunca arundinum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Redunca dei canneti
Großriedbock IMG 0077.JPG
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Bovidae
Sottofamiglia Reduncinae
Genere Redunca
Specie R. arundinum
Nomenclatura binomiale
Redunca arundinum
(Boddaert, 1785)

La redunca dei canneti (Redunca arundinum (Boddaert, 1785)) è un'antilope diffusa in Angola, Zimbabwe, Zambia, Mozambico e Sudafrica settentrionale.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Misura 85 centimetri al garrese e pesa intorno ai 70 chilogrammi. Ha il mantello grigio-bruno con le regioni inferiori bianche e le zampe anteriori nere. I maschi hanno corna scanalate di circa 35 centimetri, le quali si allungano all'indietro per poi curvarsi alla punta.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Vive nelle vallate e nelle aree pianeggianti, dove si nutre di erba e cannucce di palude. I vecchi maschi sono territoriali e vivono con una singola femmina, che seguono in ogni momento per impedire che abbia contatti con maschi rivali. Le femmine e i giovani maschi sono solitamente solitari, ad eccezione della stagione secca, quando per necessità a volte formano branchi composti da quasi venti esemplari. Sono diurne, ma inattive durante le ore più calde.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) IUCN SSC Antelope Specialist Group 2008, Redunca arundinum in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Redunca arundinum in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi