Puntale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la figura a forma di crescente dentato e scanalato nella parte concava dell'araldica, vedi Puntale (araldica).
Il puntale di un violoncello con la copertura di gomma della parte terminale del puntale e la corrispondente vite

Il puntale è il componente di alcuni cordofoni, fra cui il violoncello e il contrabbasso, che serve a sostenere lo strumento sul pavimento. È costruito in metallo, fibra di carbonio o, in alcuni casi, legno, è estensibile dalla parte inferiore dello strumento ed è assicurato con una vite. Nella musica classica trovano utilizzo principalmente fra il XIX secolo e il XX secolo, inizialmente aggiunto al contrabbasso e più tardi al violoncello, sostenuto da Adrien-François Servais; prima in genere lo strumento veniva retto dalle gambe dello strumentista. Strutture simili sono utilizzate anche nella musica orientale, come per il rebab.

Rebab con un puntale

Tipi di puntali[modifica | modifica sorgente]

I puntali sono usualmente appoggiati su un punto del pavimento e sono spesso ricoperti da protezioni di gomma per preservare il pavimento dette copripuntali ed impedire fenomeni di frizione. I copripuntali sono essenziali per prevenire il rovinio dei pavimenti su cui si appoggia lo strumento. Generalmente i puntali sono paralleli all'asse maggiore dello strumento, ma alcuni violoncellisti preferiscono suonare lo strumento con una maggiore angolazione fra il pavimento e lo strumento, come Paul Tortelier, aumentando la mobilità alle spese della stabilità. Per gli strumentisti più alti esistono delle estensioni per il puntale.

Fermapuntale o poggiapuntale[modifica | modifica sorgente]

Black cello endpin stopper
Figura (1)
Black cello endpin strap
Figura (2)
Due esempi di fermapuntali per violoncello, creati per prevenire che lo strumento scivoli mentre viene suonato. La circonferenza al termine del poggiapuntale nella seconda immagine si ancora alle gambe della sedia del violoncellista.

La pressione della mano sinistra sulla tastiera può destabilizzare lo strumento e causare lo scivolamento dello stesso sul pavimento. Per prevenire questo fenomeno, si usano degli strumenti detti fermapuntali o poggiapuntali, principalmente ad uso dei violoncellisti. Ne esistono principalmente di due tipi:

  • Fermapuntali in materiale antiscivolo in cui inserire il puntale (figura 1)
  • Fermapuntali che si ancorano alle gambe della sedia del violoncellista (Figura 2)

I contrabbassi hanno meno necessità di utilizzare fermapuntali, essendo più pesanti e suonati in posizione più verticale del violoncello, anche se possono venire utilizzati in particolari situazioni del pavimento.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Francesco Ferraro, Il violoncellista magico, Napoli, Pozzuoli, 1954
  • Lauro Malusi, Il violoncello, Padova, Zanibon, 1973
  • William Pleeth, Il violoncello. Tecnica, storia e repertorio, Padova, Muzzio, 1989
  • Marcella Ghigi, Il violoncello. Conoscere la tecnica per esprimere la musica, Milano, Casa Musicale Sonzogno, 1999. ISBN 88-87318-08-5.