Pubblicazione di matrimonio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La pubblicazione è la fase del procedimento di formazione del matrimonio che precede il matrimonio.

La sua funzione è quella di portare a conoscenza dei terzi l'intenzione degli sposi di contrarre matrimonio e di consentire alle persone legittimate di fare eventuale opposizione al matrimonio.

La pubblicazione deve essere richiesta da entrambi gli sposi all'ufficiale di stato civile del comune in cui uno degli sposi ha residenza e ha luogo nei comuni di residenza degli sposi.

La richiesta deve contenere nome e cognome, data e luogo di nascita, cittadinanza, luogo di residenza, l'assenza di impedimenti matrimoniali e se gli sposi hanno già contratto precedente matrimonio.

L'ufficiale di stato civile può rifiutare la pubblicazione se ritiene che manchino le condizioni prescritte per contrarre matrimonio o se la documentazione presenti carenze non emendabili d'ufficio.

Contro il rifiuto è possibile ricorrere al tribunale che decide in camera di consiglio, dopo aver sentito il pubblico ministero.

Una volta compiuta la pubblicazione per il tempo prescritto (8 giorni), il matrimonio non può essere celebrato prima del quarto giorno successivo.

La pubblicazione conserva efficacia per centottanta giorni; se il matrimonio non viene celebrato in questo arco di tempo, la pubblicazione si considera decaduta, come se non avvenuta ed occorre rinnovarla.

Se la celebrazione del matrimonio ha avuto luogo senza che sia stata preceduta della pubblicazione, il matrimonio è valido ma irregolare e sia gli sposi che l'ufficiale di stato civile sono esposti al pagamento di un'ammenda.

In presenza di gravi motivi, il tribunale, su istanza degli interessati, può ridurre il termine della pubblicazione, con decreto non impugnabile emesso in camera di consiglio, sentito il pubblico ministero.

La pubblicazione può mancare del tutto se il tribunale, in presenza di cause gravissime, autorizza l'omissione della pubblicazione, o nel caso di imminente pericolo di vita di uno degli sposi.

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto