Prebiotico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Si definisce prebiotico, da non confondere con il probiotico, ogni sostanza che, presente nel cibo, non viene assorbita dall'organismo ma è utilizzata dalla flora intestinale.

I prebiotici furono identificati e nominati nel 1993 da Marcel Roberfroid. Sono nella grande maggioranza carboidrati, in particolare oligosaccaridi. Tra questi in special modo rivestono un ruolo importante i Frutto-oligosaccaridi (conosciuti come FOS) e tra questi l'inulina risulta il prebiotico di maggiore interesse.

I prebiotici favoriscono la crescita e l'attività di Bifidobacterium e di lactobatteri, specie batteriche importanti per la salute digestiva dell'organismo ospite.

Inoltre mostrano interessanti proprietà nutrizionali in soggetti con:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ GT. Costa, SB. Guimarães; HA. Sampaio, Fructo-oligosaccharide effects on blood glucose: an overview. in Acta Cir Bras, vol. 27, n. 3, Mar 2012, pp. 279-82. PMID 22460261.
  2. ^ a b JM. Andersen, R. Barrangou; M. Abou Hachem; S. Lahtinen; YJ. Goh; B. Svensson; TR. Klaenhammer, Transcriptional and functional analysis of galactooligosaccharide uptake by lacS in Lactobacillus acidophilus. in Proc Natl Acad Sci U S A, vol. 108, n. 43, Oct 2011, pp. 17785-90. DOI:10.1073/pnas.1114152108, PMID 22006318.
  3. ^ NM. Delzenne, AM. Neyrinck; PD. Cani, Modulation of the gut microbiota by nutrients with prebiotic properties: consequences for host health in the context of obesity and metabolic syndrome. in Microb Cell Fact, 10 Suppl 1, Aug 2011, pp. S10. DOI:10.1186/1475-2859-10-S1-S10, PMID 21995448.
  4. ^ C. Grüber, Probiotics and prebiotics in allergy prevention and treatment: future prospects. in Expert Rev Clin Immunol, vol. 8, n. 1, Jan 2012, pp. 17-9. DOI:10.1586/eci.11.74, PMID 22149335.