Pietre runiche di Orkesta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Orkesta.

Le Pietre runiche di Orkesta sono un gruppo di pietre runiche dell'XI secolo incise in antico norreno conservate nella chiesa di Orkesta sita a nord-est di Stoccolma, Svezia.

Alcune di questa pietre sono stare erette da, o in memoria di, Ulf di Borresta, un vichingo svedese che rientrò in patria dopo tre danegeld in Inghilterra. I leader delle tre spedizioni furono Skagul Toste (Tosti), Thorkell l'Alto (Þorketill) e Canuto il Grande (Knútr). Ulf di Borresta eresse anche le pietre runiche di Risbyle e fu menzionato nella pietra runica U 343 andata perduta.

U 333[modifica | modifica sorgente]

U 333.

Traslitterazione in caratteri latini[modifica | modifica sorgente]

usnekin ' uk ' sikne(o)t ' uk ' sihuiþ(r) ' lata ' reis(a) s(t)iin ' eft[R '] b[r](u)s(a) ' faþur sin

Trascrizione in antico norreno[modifica | modifica sorgente]

Osnikinn ok Signiutr ok Sigviðr lata ræisa stæin æftiR Brusa, faður sinn.

Traduzione in Italiano[modifica | modifica sorgente]

Ósníkinn e Signjótr e Sigviðr eressero questa pietra in memoria di Brúsi, loro padre.

U 334[modifica | modifica sorgente]

U 334.

Traslitterazione in caratteri latini[modifica | modifica sorgente]

(k)u[þs]n[o]n--þ[a]... stiain ' iftiR ' fa[þu]- ...[n] (b)iaorn * u(k) moþur * siena ' ...(f)(t)(n)-... ...-bi sialu ... [kt]il * risti

Trascrizione in antico norreno[modifica | modifica sorgente]

... stæin æftiR faðu[r] [si]nn Biorn ok moður sina ... [hial]pi sialu ... Kætill risti.

Traduzione in Italiano[modifica | modifica sorgente]

... la pietra in memoria di suo padre Bjôrn e di sua madre ... possa aiutare l'anima ... Ketill incise.

U 335[modifica | modifica sorgente]

U 335.

Questa pietra runica fu eretta per commemorare la costruzione di un nuovo ponte da parte di un certo Holmi, che dedicò sia il ponte che la pietra a suo padre Hæra, huscarl del re Sigrøðr. Come molte altre pietre runiche, fu scoperta inglobata nel muro della chiesa, dove tuttora rimane.

Traslitterazione in caratteri latini[modifica | modifica sorgente]

ulmi × lit × risa × stin × þina × uk × bru þisi × i(f)tiR × iru × faþur sin × uskarl × sifruþaR

Trascrizione in antico norreno[modifica | modifica sorgente]

Holmi let ræisa stæin þenna ok bro þessi æftiR Hæru(?), faður sinn, huskarl SigrøðaR.

Traduzione in Italiano[modifica | modifica sorgente]

Holmi eresse questa pietra e questo ponte (costruito) in memoria di Hæra, suo padre, huscarl di Sigrøðr.

U 336[modifica | modifica sorgente]

U 336.

Questa pietra runica fu eretta da Ulf di Borresta, in memoria di suo zio Ónæmr. Ulf aggiunge che entrambi vivevano a Borresta, Báristaðir in norreno.

Traslitterazione in caratteri latini[modifica | modifica sorgente]

[ul]fR × lit × risa stin × þi[n]a × iftiR × unim × faþurs×bruþr sin þiR × buku × baþiR × i × baristam

Trascrizione in antico norreno[modifica | modifica sorgente]

UlfR let ræisa stæin þenna æftiR Onæm, faðursbroður sinn. ÞæiR byggu baðiR i Baristam.

Traduzione in Italiano[modifica | modifica sorgente]

Ulfr ha eretto questa pietra in memoria di Ónæmr, fratello di suo padre. Entrambi vivevano a Báristaðir.

U 343[modifica | modifica sorgente]

U 343.

Questo monolito formava un monumento assieme alla pietra runica U 344 descritta di seguito. Anche se è scomparsa, è inclusa qui perché dai suoi creatori fu destinata ad accompagnare U 344.

Traslitterazione in caratteri latini[modifica | modifica sorgente]

[* karsi ' uk ...-rn þaiR litu raisa stai- þino ' aftiR ' ulf ' faþur sin ' kuþ hialbi hons ... auk| |kuþs muþi]

Trascrizione in antico norreno[modifica | modifica sorgente]

Karsi ok ... þæiR letu ræisa stæi[n] þenna æftiR Ulf, faður sinn. Guð hialpi hans ... ok Guðs moðiR.

Traduzione in Italiano[modifica | modifica sorgente]

Karsi e ... hanno eretto questa pietra in memoria di Ulfr, loro padre. Dio possa aiutare la sua ... e la madre di Dio.

U 344[modifica | modifica sorgente]

U 344.

Questa pietra runica venne rinvenuta nel 1868 da Richard Dybeck[1] a Yttergärde, ma oggi è conservata nella chiesa di Orkesta. Le rune sono incise da destra a sinistra e con la medesima orientazione, ma l'ultima parola fuori dal nastro inciso fu scritta con la consueta orientazione sinistra-destra[1]. Può essere datata alla prima metà dell'XI secolo sia perché venne utilizzata la runa Ansuz per i fonemi a e æ e sia perché non compaiono rune di punteggiatura[2].

La pietra è importante perché commemora Ulf di Borresta e i suoi tre danegeld in Inghilterra[1]. Il primo fu al seguito di Skagul Toste[3], il secondo con Thorkell l'Alto[3] e il terzo con Canuto il Grande[3]. Poiché vi sono stati molti anni tra i danegeld, è probabile che Ulfr abbia fatto ritorno in patria dopo ogni viaggio, dove visse come un ricco magnate[4]. Aver partecipato a tre danegeld fu una notevole prodezza e non si può riassumere la sua avventurosa vita con poche fredde parole[4].

Traslitterazione in caratteri latini[modifica | modifica sorgente]

in ulfr hafiR o| |onklati ' þru kialt| |takat þit uas fursta þis tusti ka-t ' þ(a) ---- (þ)urktil ' þa kalt knutr

Trascrizione in antico norreno[modifica | modifica sorgente]

En UlfR hafiR a Ænglandi þry giald takit. Þet vas fyrsta þet's Tosti ga[l]t. Þa [galt] Þorkætill. Þa galt Knutr.

Traduzione in Italiano[modifica | modifica sorgente]

E Ulfr prese tre pagamenti in Inghilterra. Questo fu il primo che a Tosti fu pagato. Poi Þorketill fu pagato. Poi Knútr fu pagato.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Enoksen 1998:122
  2. ^ Enoksen 1998:124
  3. ^ a b c Pritsak 1981:343
  4. ^ a b Enoksen 1998:125

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Enoksen, Lars Magnar. (1998). Runor : historia, tydning, tolkning. Historiska Media, Falun. ISBN 91-88930-32-7
  • Pritsak, Omeljan. (1981). The origin of Rus'. Cambridge, Mass.: Distributed by Harvard University Press for the Harvard Ukrainian Research Institute. ISBN 0-674-64465-4
  • Rundata
  • Informazioni fornite dal Swedish National Heritage Board.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]