Pierre des Prés

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pierre des Prés
cardinale di Santa Romana Chiesa
Pierre des Prés.jpg
Monumento funebre del cardinale Pierre des Prés
CardinalCoA PioM.svg
Nato 1280 o 1282
Consacrato vescovo 1318
Creato cardinale 20 dicembre 1320 da papa Giovanni XXII
Deceduto 1361

Pierre des Prés, o anche Desprès (Montpezat-de-Quercy, 1280 o 1282Avignone, 16 maggio 1361), è stato un vescovo e cardinale francese.

Era figlio Raimondo II des Prés, signore di Montpezat, e di Aspasia di Montaigut. Non deve essere confuso con il nipote omonimo (noto anche come Pierre de Benhac), che nel 1348 divenne vescovo di Castres e rimase in carica ivi fino alla morte, avvenuta nel 1364.[1]

Il suo fu uno dei più lunghi cardinalati alla corte pontificia di Avignone.[2]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Studiò all'Università di Tolosa ove si laureò in diritto e divenne professore della stessa materia presso la medesima. Divenne prevosto a Clermont ed successivamente uditore presso il Palazzo Apostolico (dal 1316).

Nel marzo del 1318 fu nominato vescovo di Riez ma pochi mesi dopo venne trasferito alla sede arcivescovile di Aix. Il 25 maggio 1323 divenne Cardinale vescovo di Palestrina, carica che mantenne fino alla morte.

Nominato vice-cancelliere della Santa Sede nell'aprile del 1325, ebbe l'incarico, nel 1329, di riformare gli statuti dell'Università di Tolosa. Nel 1336 divenne Decano del Sacro Collegio. Fu quindi nominato legato apostolico presso Filippo VI di Francia ed Edoardo III d'Inghilterra per contribuire al negoziato su una tregua alla guerra di successione bretone (tregua di Malestroit, del 19 gennaio 1343).

Morì il 16 maggio 1361 ad Avignone a causa di un'epidemia e la sua salma venne tumulata nella chiesa di San Marino in Montpezat, che egli stesso aveva fatto costruire.

Conclavi[modifica | modifica sorgente]

Durante il suo periodo di cardinalato Pierre des Prés partecipò ai conclavi:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Un altro nipote di Pierre des Prés, fratello di Pierre de Benhac, fu vescovo Coimbra dal 1333 al 1337, per poi essere trasferito anche lui alla sede di Castres e sostituito alla sua morte dallo stesso fratello.
  2. ^ (FR) Bernard Guillemain, La cour pontificale d'Avignon (1309-1376) - Étude d'une société, Paris, Éditions de Boccard, 1966, p. 212.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Successioni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo di Riez Successore BishopCoA PioM.svg
Gaillard Saumate
14 marzo - 12 novembre 1317
31 marzo - 11 settembre 1318 Rossolin des Baux, O.F.M.
1319 - 1329
Predecessore Arcivescovo di Aix Successore Arcbishoppallium.png
Robert de Mauvoisin
1313 - 1318
1318 - 1320 Pierre Auriol, O.F.M.
1321 - 1322
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Pudenziana Successore CardinalCoA PioM.svg
Raymond (Pierre), O.S.B.
1312 - 1317
1320 - 1323 vacante fino al 1378
Predecessore Cardinale vescovo di Palestrina Successore CardinalCoA PioM.svg
Guillaume de Mandagout, C.R.S.A.
1312 - 1321
1323 - 1361 Raymond de Canillac, C.R.S.A.
1361 - 1373
Predecessore Decano del Sacro Collegio Successore CardinalCoA PioM.svg
Guillaume Pierre Godin, O.P.
1323 - 1336
1336 - 16 maggio 1361 Andouin Aubert
maggio - settembre 1361