Petroeuro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il simbolo dell'euro

Un petroeuro è uno scambio di petrolio valutato in euro e non in dollari statunitensi (petrodollari).

Gli scambi di qualsiasi risorsa naturale, incluso il petrolio, sono controllati attraverso accordi commerciali che coinvolgono esportatori e importatori della risorsa in un determinato mercato, attraverso un accordo commerciale. I principali paesi che dispongono di riserve petrolifere dal declino della produzione statunitense sono raggruppate nell'OPEC, che può scegliere fra dollari, euro, yen o qualsiasi altra valuta che possa dare vantaggi politici od economici.

Nel 2006 il petroeuro è stato protagonista di una effimera bufala mediatica.

Da presunta bufala...[modifica | modifica sorgente]

Il 20 marzo 2006 alcuni canali di informazione[1] davano la notizia che l'Iran avesse in programma di aprire una borsa internazionale del petrolio allo scopo manifesto di scambiare petrolio esclusivamente in euro, con un meccanismo per fissare i prezzi denominato oil marker. I tre oil marker attuali, basati sul dollaro statunitense, sono il greggio West Texas Intermediate (WTI), il greggio norvegese Brent, il greggio Dubai Crude degli Emirati Arabi Uniti. Nel 2003 l'Iran ha cominciato a trattare con i suoi partner europei ed asiatici usando l'euro. La borsa del petrolio iraniana diverrà il quarto oil marker nel mercato petrolifero internazionale.

La smentita è venuta da fonti del ministero del petrolio iraniano, che hanno detto di non sapere nulla di una borsa petrolifera e dallo stesso Chris Cook, l'uomo che aveva suggerito al governo iraniano l'istituzione della borsa. Cook si è detto divertito nel vedere la sua ipotesi elevata a rango di realtà, e di essere rimasto molto sorpreso dal fato che qualcuno abbia potuto interpretare l'istituzione della borsa da lui ipotizzata come un desiderio di sovvertire la centralità del dollaro.[2]

... a realtà[modifica | modifica sorgente]

La borsa petrolifera iraniana non commercerà più il greggio in dollari ma in altre valute come l'euro, yen, yuan, rupia.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Vedi Collegamenti esterni.
  2. ^ Vedi http://www.atimes.com/atimes/Middle_East/HA21Ak01.html, mentre la dichiarazione iraniana è in: http://en.rian.ru/world/20060320/44575239.html
  3. ^ Asia Times Online :: US want SWIFT war on Iran

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bufala[modifica | modifica sorgente]

Emittenti arabe[modifica | modifica sorgente]

Altri collegamenti[modifica | modifica sorgente]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia