Poecile palustris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Parus palustris)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cincia bigia
Sumpfmeise1.jpg
Poecile palustris
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Paroidea
Famiglia Paridae
Genere Poecile
Specie P. palustris
Nomenclatura binomiale
Poecile palustris
(Linnaeus, 1758)
Sinonimi

Parus palustris

La cincia bigia (Poecile palustris (Linnaeus, 1758)) è un piccolo uccello passeriforme appartenente alla famiglia dei Paridi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lungo circa 12 cm.[senza fonte] Il piumaggio è castano sul dorso, sulle ali e la coda, più chiaro sull’addome con un caratteristico cappuccio nero e guance bianche.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Tra aprile e giugno la Cincia bigia nidifica soprattutto nelle cavità preesistenti dei tronchi, utilizzando muschio, peli di lepri e di conigli selvatici. Vengono deposte 7-10 uova covate per circa 15 giorni. I genitori si occupano entrambi dei piccoli fino alla completa autosufficienza.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Come tutte le cince anche la cincia bigia è un insettivoro. Integra comunque la dieta con piccoli frutti, semi e miele.

Canto[modifica | modifica wikitesto]

La cincia bigia emette un “ptciu” nasale ben squillante, ripetuto più volte.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Diffusa in tutta Europa, vive prevalente nei querceti e nei boschi di caducifoglie in generale. Non è difficile però incontrarla nei parchi e giardini, soprattutto durante la stagione invernale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Poecile palustris in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Paridae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 7 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Galleria immagini[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Poecile palustris in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.
uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli