Parametri concentrati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un dispositivo si dice a parametri concentrati quando presenta dimensioni spaziali trascurabili rispetto alla lunghezza d'onda delle grandezze fisiche che lo interessano. Tale proprietà permette di modellare il comportamento di sistemi distribuiti nello spazio con una topologia consistente di entità discrete. È un approccio usato in elettrotecnica, meccanica e acustica.

I parametri concentrati in elettrotecnica[modifica | modifica sorgente]

Un sistema elettromagnetico costituito da dispositivi, collegati tra loro, che soddisfino ragionevolmente l'ipotesi dei parametri concentrati può essere studiato trascurando la geometria del circuito e considerando solo la sua topologia, ovvero la forma del grafo corrispondente, sostituendo le equazioni di Maxwell con le più semplici leggi di Kirchhoff. Dal punto di vista del campo elettromagnetico infatti gli elementi concentrati sono singolarità puntuali, cioè hanno dimensioni fisiche trascurabili.

Quindi, un circuito elettrico è detto a parametri concentrati (o a costanti concentrate) se è costituito da dispositivi "abbastanza piccoli" rispetto alla minima lunghezza d'onda di una qualsiasi grandezza elettrica misurata su di essi. In questo caso è possibile trascurare i tempi di propagazione dei segnali e le grandezze elettriche fondamentali, tensione e corrente, risultano ben definite in ogni istante per ogni punto del circuito.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]