Pangasiidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pangasidi
Pangasius hypophthalmus
Pangasius hypophthalmus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Siluriformes
Famiglia Pangasiidae
Bleeker, 1858
Areale

Distmap pangasiidae.png

I Pangasiidae sono una famiglia di pesci d'acqua dolce appartenenti all'ordine dei Siluriformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questi pesci sono diffusi nelle acque dolci del Sud-Est Asiatico.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La forma del corpo è simile a quella degli squali, siluriforme, con testa e occhi grandi e pinne robuste. Alta pinna dorsale e l'adiposa sempre presente, coda fortemente forcuta. La bocca è molto larga e fornita di due paia di barbigli, non molto lunghi. Sono pesci di branco che vivono in gruppi più o meno numerosi.
Sono specie molto interessanti, di dimensioni ragguardevoli: praticamente tutte le specie raggiungono (in natura) il metro di lunghezza e una specie Pangasius gigas addirittura i 3 metri. Sono infatti i più grandi tra i Siluriformes.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Nel Borneo i Pangasidi sono considerati da sempre una fonte di cibo: da qui le loro carni sono pescate e ormai commercializzate in tutto il mondo.

Acquariofilia[modifica | modifica wikitesto]

Per le ragguardevoli dimensioni non sono specie molto diffuse in acquariofilia anche se negli ultimi anni si stanno diffondendo nei negozi specializzati. Se non allevati in spazi adeguati, perlomeno quando cominciano a raggiungere dimensioni rispettabili, i pesci sono sottoposti a forte stress.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende 31 specie, suddivise in 3 generi:[senza fonte]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci