Ottavio Assarotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ottavio Giovanni Battista Assarotti

Ottavio Giovanni Battista Assarotti (Genova, 25 ottobre 1753Genova, 24 gennaio 1829) è stato un religioso e teologo italiano, fondatore delle scuole per sordomuti ed inventore dell'alfabeto manuale.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Segue gli studi nella scuola degli Scolopi, conseguendo la laurea in giurisprudenza, ed entrando nell'ordine religioso degli stessi padri Scolopi.

Dopo aver insegnato in molti istituti ritorna a Genova dove si appassiona alla causa dei sordomuti e qui fonda nel 1811 l'Istituto Nazionale per Sordomuti di Genova (oggi Fondazione Padre Assarotti).

Durante questa esperienza inventa l'alfabeto manuale o dattilologico che permette tuttora ai sordomuti di comunicare. Quel linguaggio, che venne definito "Metodo Assarotti", dette l'impulso alla fondazione di numerosi altri istituti nel resto dell'Italia.

Muore a Genova all'età di 76 anni, il 24 gennaio 1829, ancora alla guida del suo Istituto.

La sua città natale gli ha dedicato una via,[1] così come quelle di Torino e di Roma.j

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Viedigenova.com, da Vie di Genova, Federico Donaver, Ed. Moderna, Genova, 1912.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]