Opera reale svedese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'Opera reale svedese a Stoccolma.

L'Opera reale svedese (in svedese Kungliga Operan) è un teatro d'opera situato al centro di Stoccolma in Svezia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il primo teatro venne fondato dal re Gustavo III di Svezia, ed inaugurato il 18 gennaio 1773. La prima opera venne rappresentata nel 1780, ed il teatro venne utilizzato per circa un secolo prima di essere sostituito alla fine del XIX secolo. Il nome dei due teatri è variato diverse volte nel corso dei secoli.

Il primo edificio fu fatto costruire da Gustavo III nel 1775. Fu opera dell'architetto Carl Fredrik Adelcrantz. Il re era un mecenate ed un sovrano illuminato e ironia della sorte incontrò il suo destino proprio nel foyer del teatro. Durante una festa in maschera, il 16 marzo 1792, venne colpito da alcuni colpi di pistola sparatigli contro da Jacob Johan Anckarström, e morì sette giorni dopo. Questo evento ispirò la creazione dell'opera Un ballo in maschera di Verdi. Dopo l'assassinio, l'Opera venne chiusa fino al novembre 1792, quando venne nuovamente riaperta, la qual cosa da alcuni venne considerata scioccante. Al figlio di Gustavo III, re Gustavo IV Adolfo di Svezia, non piacque l'Opera, forse in quanto vi era stato assassinato suo padre, e biasimò il fatto che il luogo della morte di suo padre fosse utilizzato come locale per il divertimento e quando vi venne rappresentata una commedia frivola in onore di sua moglie Federica di Baden nel 1806, decise di chiudere il teatro. Esso rimase chiuso fino al 1809, e quando il re venne deposto si attese fino al maggio del 1812 prima che potesse venir riaperto agli spettacoli.

Venne poi demolito nel 1892 ed al suo posto realizzato un nuovo edificio progettato dall'architetto Axel Johan Anderberg ed inaugurato dal re Oscar II di Svezia nel 1899.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]