OpenSUSE Build Service

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

openSUSE Build Service (OBS) è la piattaforma di sviluppo utilizzata dal progetto openSUSE. Resa interamente disponibile sotto licenza GNU General Public License[1] è giunta nel giugno 2010 alla versione 2.0 ed è attualmente in continuo sviluppo secondo una roadmap indicativa[2]. Come riconoscimento della sua utilità per la comunità Linux, la Linux Foundation ha annunciato che openSUSE Build Service sarà aggiunto al Linux Developer Network (LDN)[3].

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Interfaccia web per gli sviluppatori

Offre numerosi vantaggi per gli sviluppatori[4] in quanto consente di creare e distribuire pacchetti software per openSUSE, ma anche per altre distribuzioni Linux[5] come Debian, Red Hat Linux e derivate, Mandriva Linux e Ubuntu in quanto supporta sia il formato RPM che deb. Inoltre permette di creare pacchetti per differenti architetture hardware[6] senza bisogno di compiler farms. La risoluzione delle dipendenze tra i pacchetti è gestita automaticamente dalla piattaforma che aggiorna un pacchetto nel caso in cui quelli da cui dipende siano stati precedentemente modificati. Rende più semplice la collaborazione[7] in gruppo degli sviluppatori grazie all'organizzazione in progetti[8] dell'infrastruttura stessa. Per gli sviluppatori l'accesso alla piattaforma può avvenire tramite diverse interfacce, le più complete sono quella web build.opensuse.org e quella a riga di comando osc.

L'utente[9] invece può trovare pacchetti software per la propria distribuzione, ma anche aggiornamenti per distribuzioni più datate. Inoltre il dialogo tra utenti e sviluppatori è facilitato dalla possibilità di contattare lo sviluppatore e votare i pacchetti sulla base della loro qualità.

Tutti i pacchetti creati sono liberamente accessibili tramite l'interfaccia web di ricerca software.opensuse.org/search e i gestori di pacchetti usati dalle distribuzioni supportate, ma sono anche disponibili, divisi per progetto e per distribuzione, tramite una semplice interfaccia navigabile [1].

Versioni[modifica | modifica sorgente]

  • 22 febbraio 2006 - annuncio iniziale[10]
  • 21 dicembre 2007 - Versione 0.5 (Milestone Poinsettia)[11]
  • 16 aprile 2008 - Versione 0.9 (Milestone Crocus)[12]
  • 09 luglio 2008 - Versione 1.0 (Milestone Daffodil)[13]
  • 19 marzo 2009 - Versione 1.5 (Milestone Aster)[14]
  • 9 giugno 2010 - Versione 1.8 (Milestone MeeGo) e 2.0 (Milestone Cajun Sunrise)[15]

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero