Nullore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un nullore è una rete 2-porte ideale formata da un nullatore al suo ingresso e da un noratore alla sua uscita; il nome "nullore" fu introdotto da H.J. Carlin [1]. Un nullore rappresenta un amplificatore ideale, avente guadagni di corrente, tensione, transconduttanza e transimpedenza infiniti [2].

Rappresentazione come rete 2-porte[modifica | modifica wikitesto]

Schema circuitale di un nullore in versione bilanciata
Schema circuitale di un nullore in versione non bilanciata

I suoi parametri di trasmissione sono tutti nulli, il suo comportamento ingresso-uscita è perciò riassunto in forma matriciale:

 
\begin{pmatrix}
V_1\\
I_1
\end{pmatrix}
=
\begin{pmatrix}
  0 & 0 \\ 
  0 & 0 
\end{pmatrix}
\begin{pmatrix}
V_2\\
I_2
\end{pmatrix}

In cui il simbolo V è utilizzato per la tensione, il simbolo I per la corrente, ed i pedici 1 e 2 per indicare, rispettivamente, le grandezze all'ingresso ed all'uscita della rete 2-porte.

Comportamento all'interno di un circuito[modifica | modifica wikitesto]

Nei circuiti a retroazione negativa, gli elementi che circondano il nullore ne determinano l'uscita, in maniera da forzare l'ingresso del nullore a zero.

L'inserimento di un nullore in un circuito, quindi, impone condizioni matematiche sul comportamento del circuito stesso, forzandolo ad adottare qualunque accorgimento per soddisfare le condizioni del nullore. Ad esempio, un amplificatore operazionale ideale può essere modellato utilizzando un nullore [3].

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Martinelli, Giuseppe; Salerno, Mario (1997). Fondamenti di Elettrotecnica: Circuiti lineari e permanenti. Vol. 1 (2 ed.). Edizioni Scientifiche Siderea
  • Martinelli, Giuseppe; Salerno, Mario (1997). Fondamenti di Elettrotecnica: Circuiti lineari e permanenti. Vol. 2 (2 ed.). Edizioni Scientifiche Siderea

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Singular network elements, IEEE Trans. Circuit Theory, March 1965, vol. CT-11, pp. 67-72.
  2. ^ Verhoeven C J M van Staveren A Monna G L E Kouwenhoven M H L & Yildiz E, Structured electronic design: negative feedback amplifiers, Boston/Dordrecht/London, Kluwer Academic, 2003, §2.2.2 pp. 32-34, ISBN 1-4020-7590-1.
  3. ^ Verhoeven C J M van Staveren A Monna G L E Kouwenhoven M H L & Yildiz E, §2.6, ISBN 1-4020-7590-1.
Elettrotecnica Portale Elettrotecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Elettrotecnica