Myonycteris brachycephala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pipistrello della frutta dal collare di Sao Tomè
Immagine di Myonycteris brachycephala mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Myonycteris
Specie M.brachycephala
Nomenclatura binomiale
M.brachycephala
Bocage, 1889
Sinonimi

M. brachycephalus, M. collaris

Il Pipistrello della frutta dal collare di Sao Tomè (Myonycteris brachycephala Bocage, 1889) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, endemico di Sao Tomè e Principe.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni con lunghezza dell'avambraccio di 63,5 mm.[3]

Il colore del dorso è marrone scuro, gradualmente più chiaro sulla nuca e sul capo. Le parti ventrali sono grigiastre. Il sottogola è cosparso di peli fulvo-olivastri. La pelliccia è più lunga rispetto alle specie affini. In alcuni esemplari è stata osservata un'asimmetria nel numero di denti, dovuta alla mancanza di un incisivo inferiore interno[4].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è endemica dell'Isola di Sao Tomé.

Vive nelle foreste montane umide tropicali, foreste tropicali di pianura e piantagioni di cacao tra gli 300 e 1.300 metri di altitudine. [1]

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato l'Areale ristretto a tre località e il continuo degrado del proprio habitat, classifica M. brachycephala come specie in pericolo (EN).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Juste, J., Hutson, A.M. & Bergmans, W. 2008, Myonycteris brachycephala in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Myonycteris brachycephala in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Andersen, 1912, op. cit.
  4. ^ Juste & Ibanez, 1993, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi