Muppala Lakshman Rao

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Muppala Lakshman Rao, detto Ganapathi (Beerpur, 16 giugno 1949), è un politico indiano, segretario generale del Partito Comunista d'India (maoista).

Rao è nato nel villaggio di Beerpur, nel distretto di Karimnagar dell'Andhra Pradesh. A Warangal ha conosciuto i dirigenti maoisti Nalla Adi Reddy Kondapalli Seetharamaiah e in seguito ha deciso di unirsi al movimento naxalita. È stato uno dei primi membri del Partito Comunista d'India (Marxista-Leninista) - Gruppo Guerra Popolare, che dopo la fusione nel 2004 con il Centro Comunista Maoista (MCC) diventerà l'attuale Partito Comunista d'India (maoista).

L'obiettivo del partito di Rao è portare l'India verso una nuova rivoluzione democratica «contro l'imperialismo, il feudalesimo e il capitalismo burocratico»[1].

Oltre che come "Ganapathy", Rao è noto anche con numerosi altri pseudonimi: Shrinivas, Rajanna, Raji Reddy, Radhakrishna, GP, Chandrasekhar, Azith and CS.[2]

Ruolo nella guerriglia[modifica | modifica sorgente]

Rao è uno dei maggiuri ricercati dalle forze di sicurezza indiane, a causa del suo ruolo in varie operazioni dei naxaliti. L'Agenzia Nazionale di Investigazione ha offerto una taglia di 1.500.000 rupie per ogni informazione utile al suo arresto[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Communist Party of India-Maoist (CPI-Maoist) - Left Wing Extremism(Naxalite), India, South Asia Terrorism Portal
  2. ^ a b Wanted - National Investigation Agency, National Investigation Agency. URL consultato il 16 giugno 2013.


biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie