Miguel Ángel Moratinos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Miguel Ángel Moratinos

Miguel Ángel Moratinos Cuyaubé (Madrid, 8 giugno 1951) è un diplomatico e politico spagnolo. Fu ministro degli affari esteri nel governo presieduto da José Luis Rodriguez Zapatero.

Ha studiato diritto e scienze politiche. In più, parla diverse lingue come il francese, l'inglese, il russo e il serbocroato.

Carriera diplomatica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1974, è rientrato nel ministero di affari esteri come direttore per l’Europa dell’est. Dal 1979 al 1987, ha lavorato nelle ambasciate in Iugoslavia (1979-1984), poi in Marocco.

Nel 1987, è stato nominato direttore generale per Nordafrica. Dal 1991 al 1993, ha diretto il Institutto per la cooperazione con il mondo arabo, diventando uno specialista del Vicino Oriente.

Dal 1993 al 1996, è stato ambasciatore della Spagna in Israele. Nel 1996, è stato nominato rappresentante dell'Unione europea nel processo di pace in Israele.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Nell’elezioni generale di 2004, ha stato eletto deputato del PSOE ed ha stato nomato ministro di affari esteri per il primero ministro spagnolo José Luis Rodriguez Zapatero. La sua primera missione è stato il ritiro delle truppe militari dall'Iraq che ha provocato tensione con gli Stati Uniti.

Dal 2007 Moratinos è il presidente dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE).

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze spagnole[modifica | modifica wikitesto]

Gran Cancelliere dell'Ordine di Isabella la Cattolica - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cancelliere dell'Ordine di Isabella la Cattolica
Gran Croce dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Carlo III
— 5 novembre 2010[1]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Compagno d'Onore Onorario dell'Ordine Nazionale al Merito (Malta) - nastrino per uniforme ordinaria Compagno d'Onore Onorario dell'Ordine Nazionale al Merito (Malta)
— 25 novembre 2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bollettino Ufficiale di Stato

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 86718641 LCCN: nb2011002180