Magnete (comico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Magnete del demo di Icario (in greco antico Μάγνης, traslitterato in Mágnes; Atene, V secolo a.C. – ...) è stato un drammaturgo greco antico, esponente della commedia antica.

Vinse le Lenee nel 472 a.C. ed è citato da Aristotele, insieme a Chionide, come uno dei primi commediografi attici.

Di lui ci restano solo 8 titoli e 8 brevi frammenti, tre dei quali sono trasmessi da Ateneo. Di alcuni dei frammenti l'attribuzione è incerta.[1][2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aristotele, Poetica, III, 3, 16.
  2. ^ Ateneo di Naucrati, Deipnosophistai, IX, 367f; XIV 646e; XV, 690c.

Edizione dei frammenti[modifica | modifica wikitesto]

  • R. Kassel, C. Austin, Poetae Comici Graeci, V, Berlino-New York, de Guyter, 1983, pp. 626-631.