Ludwig Glauert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ludwig Glauert (Ecclesall, 5 maggio 1879Perth, 1º febbraio 1963) è stato un paleontologo, erpetologo e curatore museale australiano, di origini britanniche.. È noto soprattutto per i suoi studi sui mammiferi fossili del Pleistocene[1] e per essere stato uno dei più influenti naturalisti dell'Australia Occidentale[2].

Glauert nacque a Ecclesall, nello Sheffield, Inghilterra. Venne educato nella locale scuola elementare e in seguito al Firth University College e alla Technical School, dove studiò geologia; nel 1900 divenne membro della Società Geologica di Londra[3].

Nel 1908, insieme alla moglie, si trasferì a Perth, in Australia Occidentale, dove lavorò come paleontologo presso la Geological Survey, cercando di ordinare e catalogare le collezioni del Western Australian Museum. Nel 1910 divenne membro permanente dello staff del museo e nel 1914 venne promosso Curatore di Geologia ed Etnologia. Dal 1909 al 1915 effettuò una serie di scavi nelle caverne del Fiume Margaret, scoprendo nei calcari del Pleistocene i fossili di alcune specie di monotremi e marsupiali estinti[3].

Glauert morì a Perth.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1948 Australian Natural History Medallion

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prehistoric Mammals of Australia and New Guinea By John A. Long, Michael Archer, Timothy Flannery, Suzanne: pg 21
  2. ^ Proceedings of the Royal Society of Western Australia
  3. ^ a b Jenkins, C.F.H., 'Glauert, Ludwig (1879-1963), Museum Curator', in Bede Nairn and Geoffrey Serle (eds), Australian Dictionary of Biography, vol. 9, Melbourne University Press, Melbourne, 1983, pp. 25-26.[1]

Controllo di autorità VIAF: 92883939

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie